Emergenza sanitaria, reddituale e occupazionale. Il sindacato si confronta prima di incontrare Fontana

Al centro dell’attenzione anche politiche di genere e frontalieri. L'incontro con il presidente della Regione si terrà lunedì 5 aprile al Pirellino

sindacato

Sono tre le emergenze che preoccupano in questa fase delicata il sindacato confederale varesino: quella sanitaria, reddituale e occupazionale. Una serie di problemi sistemici che potrebbero aggravarsi proprio nel periodo autunnale, con la prevista risalita del numero dei contagi da coronavirus.

Le segreterie di Cgil, Cisl e Uil si sono riunite alla presenza dei tre segretari generali, rispettivamente Stefania Filetti, Daniele Magon e Antonio Massafra.

«La diffusione del virus covid19 non è mai terminata – dicono i tre segretari – e il sindacato è impegnato ad affinare il proprio intervento su una serie di temi importanti: dalla scuola alla sanità, dai trasporti ai problemi di Malpensa, dalla Pubblica Amministrazione alla questione dei migranti».

Al centro dell’attenzione anche il tema delle politiche di genere e dei frontalieri. Tra le questioni dibattute in segreteria quella della contrattazione sociale e territoriale, una forte scommessa e una grande occasione per Cgil, Cisl e Uil, per contribuire a disegnare il futuro della provincia.

Il confronto è servito anche per definire le proprie posizioni in vista della riunione organizzata, al Pirellino, con la presenza del presidente della Regione Fontana, alla quale parteciperanno anche i sindacati. L’incontro si terrà lunedì 5 ottobre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore