Samarate: una panchina rosa per la Campagna Nastro Rosa

Anche Samarate partecipa alla Campagna Nastro Rosa per sensibilizzare sul tumore al seno e sulla prevenzione, con una panchina rosa e Villa Montevecchio illuminata di rosa domani, 31 ottobre, dalle 18 a mezzanotte

campagna nastro rosa samarate

Anche in questo difficile 2020 il mese di ottobre è stato scelto per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca oncologica nella lotta al tumore al seno, la neoplasia più diffusa nel genere femminile. Si tratta di una patologia con una grandissima incidenza, la neoplasia più diffusa nel genere femminile, che colpisce una donna su nove nell’arco della vita; basti pensare che nel solo 2019 in Italia vi sono state circa 53.000 nuove diagnosi.

Creata nel 1992 negli Stati Uniti da Evelyn Lauder e promossa in tutto il mondo, la Campagna Nastro Rosa ha l’obiettivo di sensibilizzare le donne sull’importanza di prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno e di informarle sugli stili di vita salutari da adottare e sulle visite da effettuare a seconda dell’età.

Anche l’Amministrazione comunale di Samarate ha deciso di sostenere questa campagna: «A Samarate avevamo programmato insieme a Lilt una giornata di sensibilizzazione e di visite senologiche gratuite, rinviata a causa dell’attuale situazione epidemiologica che, purtroppo, ha rallentato già da qualche mese screening e controlli preventivi», spiega l’assessore ai Servizi Sociali, Nicoletta Alampi, «il Consiglio dei Ministri, inoltre, ha espresso parere favorevole per indire la “Giornata Nazionale del Tumore Metastatico della Mammella” il 13 ottobre di ogni anno. È stata così accolta l’istanza delle associazioni di categoria e delle associazioni no profit, impegnate a livello nazionale in campagne di sensibilizzazione per la prevenzione e protezione della salute». Un messaggio che passa anche attraverso messaggi visivi: questa, la scelta di Fondazione Montevecchio e del suo presidente, Eliseo Sanfelice: «L’intero consiglio d’amministrazione, in particolare Pinuccia Rogora e l’Avvocato Stefania Gagni, ha voluto lasciare un segno alla cittadinanza, istallando una panchina di colore rosa presso il Parco della Villa, che verrà anch’essa illuminata di rosa la sera del 31 ottobre, dalle 18.00 a mezzanotte».

«La cultura della prevenzione, come buona prassi nella vita delle donne, è fondamentale – continua il sindaco, Enrico Puricelli – anche nel nostro territorio queste tematiche sono molto sentite. Voglio ricordare la Fondazione Lidia Paiusco Introini, che nel 1999 insieme alla Lega Italiana Contro i Tumori, sezione varesina, attivarono un protocollo d’intesa denominato Camo – Centro di assistenza ai malati oncologici – per garantire un’ adeguato sostegno e le cure necessarie al paziente e che furono i primi a promuovere sul nostro territorio queste giornate di sensibilizzazione per la prevenzione e protezione della salute».

Ha concluso così Rita Fantasia, dottoressa della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, delegazione di Gallarate: «Informazione, prevenzione e diagnosi precoce sono le parole d’ordine delle nostre iniziative. Queste le armi più efficaci per la lotta al tumore al seno. Fare prevenzione significa prima di tutto adottare stili di vita salutari, che fortificano il sistema immunitario e riducono il rischio di ammalarsi. Alle buone abitudini va affiancata la diagnosi precoce che permette di diagnosticare tempestivamente i tumori nel loro stadio iniziale, così da poter curare meglio la malattia alzando le chance di guarigione e abbassando la mortalità. La sopravvivenza media dopo 5 anni dalla diagnosi è di circa l’87%, dopo 10 anni dalla diagnosi è invece pari all’80% in media».

La collaborazione tra Amministrazione e Lilt preseguirà in attesa di tempi migliori, con la promessa di tornare ad effettuare, anche nel nostro territorio, campagne di sensibilizzazione mirate e visite senologiche gratuite.

di
Pubblicato il 30 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore