Addio all’imprenditore Gianni Salvati, importante il suo contributo nel mondo del sociale

Per tanti anni è stato punto di riferimento per l'Asda Speranza che si occupa dell'inserimento lavorativo dei disabili. Sua la decisione di mantenere la produzione della Masa in Italia

lutto

Lutto per l’Asda Speranza di Busto Arsizio e per tutta la comunità bustocca. Si è spento all’età di 74 anni Giovanni Salvati, per tutti Gianni, anima della cooperativa che si occupa di inserimento lavorativo per i disabili.

Salvati è stato anche un importante imprenditore del territorio con la sua azienda di Bolladello di Cairate, la Masa che dal 1949 produce tovaglieria per le sale da pranzo, biancheria da camera e tessili per il bagno. In occasione dei 70 dell’azienda l’imprenditore è stato celebrato per aver, insieme ai fratelli e al cugino, messo in atto una serie di scelte coraggiose, rivelatesi, alla fine, vincenti.

Come quella di mantenere la produzione in Italia, proprio in un periodo storico dove molte aziende decidono di delocalizzare la propria attività, investendo meno risorse nella manodopera, anche a scapito, in tanti casi, della qualità dei prodotti. Giovanni Salvati, da questo punto di vista, ha fatto invece una scelta controcorrente, forte della convinzione che solo mantenendo un profilo qualitativo elevato era possibile garantire il successo dell’azienda.

Una linea di condotta mantenuta anche dai discendenti, Cristina, Milena e Massimo, che affermano con orgoglio di avere alle proprie dipendenze persone arrivate in azienda venti o trent’anni fa. Negli anni ha anche ricoperto incarichi importanti all’interno di Univa.

I funerali dell’imprenditore si svolgeranno lunedì 16 novembre alle 9,30 nella chiesa parrocchiale di Sant’Edoardo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore