Edalli si conferma: quinto titolo italiano per il ginnasta di Busto

Il campione cresciuto nella Pro Patria Bustese è ancora il "numero uno" nazionale nell'all-around. Ora l'assalto ai titoli di specialità: "Una gara bellissima, felice di aver battuto tanti giovani emergenti"

ludovico edalli ginnastica artistica foto federginnastica simone ferraro

Chiamatelo LudoviNco: il numero uno della ginnastica artistica italiana è di nuovo lui, Ludovico Edalli, 27 anni ancora da compiere, nato e cresciuto a Busto Arsizio, bandiera della Pro Patria Bustese e oggi tesserato per l’Aeronautica Militare.

A Napoli, Edalli si è confermato per l’ennesima volta campione italiano assoluto, uno “scudetto” che – con questa – si è cucito sulla maglia in ben cinque occasioni: la prima nel 2013, poi nel 2015 e adesso con uno strepitoso tris consecutivo che nel computo dei successi lo mette immediatamente dietro a leggende come Gianni Menichelli e Jury Chechi vincitori di sei titoli (il record assoluto sono gli otto di Guido Figone nell’immediato dopoguerra).

Per centrare la cinquina, Edalli si è imposto in due specialità ovvero la parallela (il suo attrezzo prediletto) e la sbarra, mantenendo però livelli molto alti anche nelle altre quattro esibizioni con qualche sbavatura al cavallo con maniglie. Al termine dell’all-around il talento bustocco ha fatto segnare un ottimo 81,750 che gli ha permesso di tenersi alle spalle l’arrembante e regolare Lorenzo Galli (mai sopra i 14, mai sotto 13) della Agsd Eur che ha concluso con 80,550, ed Edoardo De Rosa, terzo con 80,350.

La conferma di Edalli è importante anche in chiave olimpica: unico azzurro del settore maschile presente a Rio de Janeiro, Ludovico ha già ottenuto il pass anche per gareggiare a Tokyo l’anno venturo, nei Giochi “spostati” (si spera) a causa del coronavirus.

«È stata una bellissima gara – ha dichiarato Edalli ai microfoni di DAZN che ha trasmesso la prova – Sono contento di vedere alle mie spalle tanti giovani che si stanno facendo strada e che si sono dati battaglia fino all’ultimo. Domani ci divertiremo con le finali di specialità». Il riferimento è a oggi – domenica 8 novembre – quando sempre a Napoli saranno assegnati i titoli dei singoli attrezzi. Edalli è il favorito su parallele e sbarra, ma attenzione anche all’altro bustocco Ares Federici al volteggio.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore