Eolo-Kometa, sette conferme: c’è anche Alessandro Fancellu

Il 20enne promettente corridore di Binago passa ufficialmente tra i professionisti, restando nella squadra diretta da Ivan Basso

alessandro fancellu ciclismo

La campagna acquisti della Eolo-Kometa di ciclismo prosegue con una serie di corridori “fatti in casa” che nel 2021 sbarcheranno in pianta stabile nel mondo dei “pro” grazie al nuovo status di team Professional per la formazione italo-spagnola guidata da Ivan Basso.

Sette i giovani che nell’ultima stagione hanno già vestito la maglia della attuale Kometa-Xstra, pronti a proseguire la propria carriera nella squadra che ha sede a Busto Arsizio, all’interno del quartier generale di Eolo. Tra di loro – e non solo per motivi di “bandiera” – spicca indubbiamente Alessandro Fancellu: classe 2000, nato a Como ma residente a Binago, Fancellu è tra i più promettenti giovani italiani per quanto riguarda le corse a tappe, tanto che lo stesso Basso lo ha già segnalato come possibile uomo su cui contare nel giro di pochi anni. Nel 2020 ha ottenuto il terzo posto finale al Giro di Turchia, confermando così le sue qualità.

Altro corridore assai futuribile è il 22enne sprinter spagnolo Alejandro Ropero che nel 2020 ha vinto la prima tappa del Giro d’Italia under 23, vestendo per due giorni la maglia rosa. Con lui la Eolo-Kometa ha confermato altri due spagoli, Sergio Garcia e Diego Pablo Sevilla. Due i corridori invece provenienti dall’Ungheria – Marton Dina e Erik Fetter – mentre il drappello è completato dal portoghese Daniel Viegas.

A livello tecnico invece la Eolo-Kometa ha chiamato nello staff l’esperto Stefano Zanatta, 56 anni, direttore sportivo di lungo corso che proviene dalla Bardiani-CSF. In precedenza però l’ex corridore veneto fu diesse fondamentale della Liquigas con cui Ivan Basso vinse il Giro d’Italia 2010.

di
Pubblicato il 13 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore