La lettera del piccolo Tommaso: “Serve un’autocertificazione per Babbo Natale”. E Conte gli risponde

Un bambino ha scritto una lettera al Premier per chiedergli di fare qualcosa per consentire a Babbo Natale di muoversi il 25 dicembre. Ecco la risposta

babbo natale

Tra lockdown e coprifuoco, come farà Babbo Natale? È la domanda he è venuta al piccolo Tommaso, 5 anni di Cesano Maderno, che così ha deciso di fare qualcosa appellandosi direttamente al Premier Conte per chiedergli di “fare questa eccezione solo per lui”.

Caro Presidente Conte, mi chiamo Tommaso Z, abito a Cesano Moderno (MB), ho 5 anni e frequento la Scuola dell’infanzia Sant’Anna.
In famiglia e a scuola seguiamo tutte le regole e le Sue disposizioni; igienizziamo sempre le manine, stiamo a distanza dalle altre persone e gli adulti mettono la mascherina.
Questa mattina ho chiesto alla mamma quanti giorni mancano a Natale perché sono preoccupato per Babbo Natale.
Volevo chiederLe se può fare una autocertificazione speciale per consentirgli di consegnare i doni a tutti i bambini del mondo. So che Babbo Natale è anziano ed è pericoloso andare nelle case, ma lui è bravo e metterà sicuramente la mascherina per proteggersi.
Le prometto che, oltre al lottino caldo ed ai biscotti, metterà sotto l’albero anche rigienizzante.
Le auguro buon lavoro e spero che potrà fare questa eccezione solo per lui…
Aspetto la Sua riposta almeno lo posso dire ai miei amici
Grazie, Tommaso

Ma Tommaso e tutti i bambini non dovranno preoccuparsi. Il Premier Conte ha infatti risposto alla mail assicurando che, qualunque cosa succederà nelle prossime settimane, Babbo Natale non avrà problemi

Caro Tommaso,

ho letto il tuo messaggio e voglio rassicurarti. Babbo Natale mi ha garantito che già possiede un’autocertificazione internazionale: può viaggiare dappertutto e distribuire regali a tutti i bambini del mondo. Senza nessuna limitazione. Mi ha poi confermato che usa sempre la mascherina e mantiene la giusta distanza per proteggere se stesso e tutte le persone che incontra. L’idea di fargli trovare sotto l’albero, oltre al latte caldo e ai biscotti, anche del liquido igienizzante mi sembra ottima. Una buona strofinata gli permetterà di disinfettare ben bene le mani e di ripartire in piena sicurezza. Sono contento di sapere che tu e i tuoi compagni rispettate con scrupolo tutte le regole, in modo da proteggere anche mamma e papà, i nonni, e le persone più care. Per questo motivo ti annuncio che non sarà necessario precisare nella letterina a Babbo Natale che sei stato bravo: gliel’ho detto io. Gli ho raccontato che quest’anno in Italia è stato un anno molto difficile e tu e tutti i bambini siete stati adorabili. Ho saputo anche che vuoi chiedere a Babbo Natale di mandare via il coronavirus. Non sprecare l’occasione di chiedere un regalo in più. A cacciare via il coronavirus ci riusciremo noi adulti, tutti insieme. Così tu e i tuoi compagni potrete tornare presto a giocare liberi e felici e ad abbracciarvi tutti. Spensierati come sempre.

Un forte abbraccio,

Giuseppe Conte

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore