Solidarietà d’asporto con l’Associazione provinciale dei Vigili del Fuoco

Giunta alla sua 33esima edizione, l’iniziativa si terrà quest’anno da giovedì 10 dicembre fino a sabato 19 dicembre

Festa della solidarietà 2019

Si avvicina il Natale e, immancabilmente, torna il tradizionale appuntamento con la “Festa di Solidarietà” organizzata dall’Associazione provinciale dei Vigili del Fuoco di Varese a supporto dei giovani svantaggiati del territorio.

Giunta alla sua 33esima edizione, l’iniziativa si terrà quest’anno da giovedì 10 dicembre fino a sabato 19 dicembre 2020. «Il coronavirus – spiegano i responsabili dell’associazione – appiattisce il nostro quotidiano e preoccupa la nostra mente, ma noi non ci stiamo e non mancheremo nel nostro compito come abbiamo sempre fatto in questi ultimi 33 anni. Ci siamo inventati un nuovo modello organizzativo ma ci saremo».

Normalmente la festa benefica si tiene in una giornata di incontro presso il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Busto Arsizio/Gallarate, un appuntamento che negli anni è costantemente cresciuto nei numeri fino ad arrivare a contare una presenza importante di circa 1.000 bambini con propri accompagnatori. Le disposizioni anti Covid, però, non fermeranno l’associazione dei Vigili del Fuoco che ha pensato ad un nuovo modello ribattezzato “La solidarietà da asporto”.

In pratica saranno gli stessi volontari dell’Associazione nazionale dei Vigili del Fuoco a portare nelle sedi delle varie associazioni, che da oltre trent’anni collaborano all’iniziativa, i tanti doni e regali che hanno sempre allietato il Natale delle famiglie sostenute con questo progetto di solidarietà.

Anche quest’anno quindi la fiamma della solidarietà dei Vigili del Fuoco è ben accesa e rimane vicina a tanti giovani della provincia. Ragazzi e ragazze, ma non solo, considerato che, ad esempio diverse, associazioni da anni segnalano una serie di persone anziane a cui l’iniziativa non ha mai mancato di dare supporto almeno con un dono natalizio. In totale verranno distribuiti almeno 1.000 panettoni e 2.500 giocattoli ed altri generi di prima necessità. «Non potevamo permetterci dopo oltre trent’anni di perdere questo importante momento di supporto alle tantissime associazioni di volontariato che hanno sempre partecipato con i propri assistiti a questa manifestazione di solidarietà. La solidarietà può essere da asporto e pur con le tante difficoltà organizzative che abbiamo messo in conto vogliamo guardare avanti con fiducia», spiega il presidente onorario dell’Associazione provinciale dei Vigili del Fuoco, Riccardo Comerio.

Molte le autorità locali e di governo nazionale che hanno manifestato un segno di vicinanza alla Festa Benefica sostenuta anche da numerosi sponsor storici del territorio. Contributi che permetteranno di portare un omaggio natalizio anche all’interno dei pronto soccorso di Busto Arsizio, Gallarate e Varese per il loro constante eroico impegno, soprattutto in questa difficile emergenza. «Ci dispiace non poter aprire come ogni anno le nostre strutture a questa iniziativa, ma l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco con questa nuova formula dimostra ancora una volta di saper incarnare i valori del corpo nazionale Vigili del Fuoco, dando prova di come si possano sempre affrontare situazioni di emergenza ad ogni livello», dichiara il comandante provinciale del Vigili del Fuoco di Varese Antonio Albanese.

«Siamo consci che sia un momento di grande difficoltà – conclude il presidente dell’Associazione provinciale dei Vigili del Fuoco, Emilio Aimini – per questo abbiamo voluto esserci anche quest’anno con un grande sforzo organizzativo che vedrà in campo una trentina di mini squadre che in piena sicurezza porteranno in giro alle varie associazioni tanti doni per allietare il Natale dei loro assistiti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore