“Sindaco, ti vogliamo presto con noi”, il consiglio di Somma si riunisce pensando a Stefano Bellaria

Un consiglio comunale che stasera ha subito dei piccoli cambiamenti, ma che soprattutto si è svolto all'insegna della tristezza per il ricovero in ospedale per Covid del sindaco

Consiglio comunale Somma Lombardo 2020

Con il pensiero e gli animi rivolti al Stefano Bellaria, ricoverato in ospedale da un giorno per Covid, si è riunito il consiglio comunale di Somma Lombardo nella serata di venerdì 18 dicembre, con qualche novità nell’assetto.

A fare le veci del primo cittadino in una seduta avvolta dalla tristezza e dalla preoccupazione il vicesindaco Stefano Aliprandini, assessore ai Servizi Sociali.

Infatti, dopo appena due mesi Ronny Francisco Zea Cedeño (Pd) per la sentenza del Tar ha dovuto rinunciare al suo posto in consiglio per far entrare, tra le file della minoranza, Marco Giusti (Lega).

Una seduta consiliare che ha visto tutti, assessori e consiglieri, ringraziare il giovane dem, dare il benvenuto al quinto leghista e, infine, esprimere vicinanza e solidarietà al sindaco (nella foto una delle ultime riunioni in presenza del consiglio, con la presenza anche del sindaco).

Entra Marco Giusti, esce Ronny Francisco Zea Cedeño

«Questa sera le questioni politiche passano in secondo piano», ha esordito Alberto Barcaro, «come gruppo consiliare Lega esprimiamo vicinanza al sindaco e a tutta la sua famiglia. In momenti come questo la parola sembra superflua. Quando il virus colpisce qualcuno che ci è vicino il dispiacere diventa doppio, auspichiamo tutti che Stefano si rimetta presto per tornare tra tutti noi e tra i suoi concittadini». Il consigliere del Carrocico ha poi concluso il suo intervento: «Ringraziamo Ronny, che, sebbene abbia partecipato per due mesi per un errore, ha partecipato con passione alla cittadinanza e siamo sicuri che manterrà questo interesse e lo manifesterà al di fuori di Palazzo Visconti. Diamo il benvenuto al consigliere Marco Giusti e gli auguriamo buon lavoro».

Sempre dall’opposizione, Manuela Scidurlo (FdI) ha preso parola rivolgendosi (idealmente) al sindaco, all’ex consigliere Zea e al Giusti: «Condivido quanto detto dal consigliere Barcaro riferito al nostro sindaco; vorrei far gli auguri al consigliere Giusti, sebbene le circostanze di questo consiglio siano strane e tristi. Di Zea in due mesi ho apprezzato alcuni suoi interventi: vorrei dire a questo ragazzo di non mollare, è molto giovane e potrà lavorare ancora in futuro. Rinnovo i miei auguri a Giusti, che potrà contribuire al meglio al consiglio».

«Voglio augurare buon lavoro a Marco Giusti, che sicuramente lo svolgerà con impegno per servire la città», ha commentato Claudio Brovelli (Sinistra per Somma), «purtroppo entra in un consiglio molto particolare, speriamo che questo clima di tristezza che ci sta avvolgendo tutti sparisca in fretta e che Stefano Bellaria possa tornare a sedersi in fretta tra di noi».

Dal gruppo del Pd, che ha perso l’ex consigliere Zea, la capogruppo Alessandra Apolloni lo ha ringraziato per i due mesi trascorsi insieme, per il suo impegno e per la sua passione verso la politica: «Voglio ringraziare il giovane Ronny, è stato bello vederlo in consiglio. Auguro ai giovani presenti di continuare questo impegno con passione e a Ronny a continuare, come sa già fare, ad amare la città. Buon lavoro al consigliere Giusti. A Stefano, anche se adesso non ci puoi sentire, ti vogliamo presto tra di noi: metticela tutta».

«Auguro a Stefano gli auguri di pronta guarigione – ha affermato Antonio Catalano (Somma civica) – se sono qui lo devo a lui perché l’inclusione dei giovani è stata una sua idea. Ronny a 18 anni ha lottato in qualcosa in cui crede fino in fondo, so cosa vuol dire, e ce l’ha fatta: questa esperienza sicuramente lo ha formato, come ha formato me e Martina». Subito dopo, Martina Barcaro (Lega), ha espresso vicinanza al sindaco e poi ha ringraziato Zea; «Mi appoggio a quanto detto dal collega Catalano, spesso noi giovani siamo molto dissidenti dalla politica ma a livello territoriale è molto importante e sono sicura che Ronny continuerà a dare il suo contributo».

«Ringrazio tutti per il benvenuto, aspetto solo che il sindaco mi consegni di prima persona il gagliardetto come tutti i consiglieri, appena tornerà dall’ospedale. Ringrazio tutti e buon lavoro», ha ringraziato Giusti.

“Stiamo vicini al sindaco e alla sua famiglia”

Barcaro ha protocollato le dimissioni da vicepresidente del consiglio comunale, ma stando le condizioni oggettive del consiglio, ha proposto di rinviare la surroga del vicepresidente ad altra data da destinarsi (quando sarà possibile esprimere in presenza il voto segreto). Vista l’assenza del sindaco, inoltre, il consiglio comunale ha rinviato alcuni punti e si sono ritirate alcune mozioni all’ordine del giorno, cercando di rinviare ciò che non era strettamente necessario a sedute successive. La maggioranza ha ringraziato le forze di opposizione per la collaborazione e la sensibilità dimostrate questa sera.

«C’è dentro di noi una situazione particolare e unica di ciò che stiamo vivendo, io sento un enorme mancanza della guida del nostro sindaco. Nel dare a tutti un augurio sentito di buon Natale, anche se strano, spero che il Capodanno dia il via a un 2021 diverso da questo anno bisestile. Speriamo di riavere qui con noi presto la persona che per questi anni ci ha guidato con umiltà. Stiamo tutti vicini alla famiglia di Stefano», si pè raccomandato Gerardo Locurcio, presidente del consiglio comunale.

In chiusura di seduta è intervenuto il vicesindaco facente funzioni di sindaco, Stefano Aliprandini, con la voce rotta dall’emozione: «Sono giorni intensi dal punto di vista emotivo, un po’ strani per noi che in questi anni abbiamo lavorato fianco a fianco con Stefano. Tante volte l’ho salutato dalla porta dello studio mentre finiva di limare i discorsi, quest’anno non avremo le sue parole purtroppo. Vi chiedo di riunirvi tutti idealmente in un abbraccio alla famiglia di Stefano, nella speranza di averlo tra noi».

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 18 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore