Addio ad Emilio Comerio, con il fratello Rinaldo portò un pezzo di Busto Arsizio sulla luna

Si è spento a 85 anni l'ultimo esponente della terza generazione di imprenditori che dal 1885 guida la Comerio Ercole. Il saluto del nipote Riccardo: "Il suo motto rimarrà il nostro punto di riferimento"

emilio comerio

Busto Arsizio perde uno degli uomini che hanno mantenuto accesa la fiaccola dell’imprenditoria. All’età di 85 anni si è spento dopo una breve malattia polmonare Emilio Comerio, ultimo rappresentante della terza generazione di imprenditori della Comerio Ercole, azienda tra le più importanti in Italia e nel mondo per la produzione di macchinari per la produzione di gomma, plastica e tessuto non tessuto con 135 anni di storia, indissolubilmente legati alla città di Busto.

L’imprenditore era subentrato nel 2011 alla presidenza del Consiglio di Amministrazione dell’azienda dopo la morte del fratello Rinaldo , padre di Riccardo Comerio, già presidente dell’Unione degli Industriali della provincia di Varese e della Liuc di Castellanza. Lascia la moglie Rosilla Gambini e la figlia Olga. Proprio il nipote, che rappresenta la quarta generazione alla guida dell’azienda, ricorda il suo motto: «Se fosse ancora qui ci direbbe “Guardate avanti con forza come sempre abbiamo fatto”».

Un pezzetto della sua opera rimarrà per sempre nella storia grazie allo stemma dell’Apollo 11 ricamato dalle macchine prodotte dalla storica azienda, all’epoca gestita proprio dai due fratelli Rinaldo ed Emilio, sulle tute degli astronauti che nel luglio del 1969 partirono alla conquista del satellite della Terra.

Le esequie si svolgeranno giovedì con la presenza dei soli familiari, nel rispetto delle norme che regolano la zona rossa in cui è inserita la regione Lombardia.

Lo stemma della Apollo 11 ricamato “grazie” a Busto Arsizio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore