Centro di raccolta, scuole e viabilità: le opere pubbliche del 2021 a Somma Lombardo

L'assessore ai Lavori pubblici Edoardo Piantanida Chiesa ha spiegato in commissione le opere pubbliche previste per il 2021-2023 a Somma Lombardo

Generico 2018

Durante la commissione congiunta congiunta (bilancio e finanza, territorio e socio-educativa) di giovedì 14 gennaio, l’assessore ai Lavori pubblici Edoardo Piantanida Chiesa ha illustrato il piano opere pubbliche 2021-2022; quello di quest’anno è basato su quattro progetti cardine.

Il primo prevede un investimento di 700mila euro sulle strutture “sociali” per la scuola secondaria di primo grado “Leonardo Da Vinci”. «Questo punto mira a dimostrare la nostra attenzione al mondo della scuola, che è il filo conduttore della nostra amministrazione insieme all’idea di una città accessibile a tutti».

Di questi 700mila euro, ha spiegato Piantanida, 130mila euro potrebbero essere stanziati da un bando di Regione Lombardia per la sostituzione dei pavimenti in linoleum: «Ci sono buone speranze che ci venga assegnato. C’è da dire che la percentuale di amianto contenuta nel linoleum non è assolutamente preoccupante, ma vogliamo intervenire per sostituirlo». Il resto del denaro verrà speso per rifare i bagni, per adeguare gli impianti di riscaldamento e per mettere a norma la scuola riguardo al piano antincendio. «Speriamo anche di ritinteggiare la scuola», ha continuato.

Una cifra di 250mila euro invece sarà destinata al piano di asfaltature, di marciapiedi, delle piste ciclabili e dell’abbattimento delle barriere architettoniche. Il collegamento tra il cimitero e il centro della frazione Maddalena avrà un costo di 150mila euro.

Nel 2021 a Somma arriva il nuovo marciapiedi tra la frazione Maddalena e il cimitero

Infine, l’ampliamento del centro di raccolta (300mila euro), che  «oggi è poco capiente rispetto a quando è nato, dato che la popolazione, oltre a essere aumentata, lo usa con più frequenza, è molto più responsabile», ha continuato l’assessore, «bisogna quindi aumentare la piattaforma centrale e ristrutturare l’ingresso e l’uscita».

Le opere pubbliche del 2022 e del 2023

L’anno prossimo sono previste, invece, l’ampliamento ed efficientamento energetico della scuola Buratti (400mila euro), gli interventi di asfaltatura, di marciapiedi e piste ciclabili dell’abbattimento delle barriere architettoniche (250mila euro), le opere viabilistiche e il piano urbano del traffico (250mila euro), la realizzazione dell’area feste (500mila euro) e l’ampliamento e l’efficientamento del milite ignoto (500mila euro).

Nel 2023 sarà la volta di un intervento di efficientamento energetico e adeguamento delle scuole Rodari (600mila euro), degli interventi di asfaltatura, di marciapiedi e piste ciclabili e dell’abbattimento delle barriere architettoniche (250mila euro), della copertura dell’asiloGalli (500mila euro) e delle opere viabilistiche e il piano urbano del traffico (200mila euro).

 

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 14 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore