Reddito di cittadinanza: in provincia di Varese lo percepiscono 7.103 famiglie, in media è di 527 euro

Tra reddito e pensione di cittadinanza i nuclei famigliari coinvolti sono 8.047, per un totale di 16.918 persone. Oltre 3.600 le famiglie che hanno ricevuto il reddito di emergenza

reddito di cittadinanza

Sono ben 8.047 i nuclei famigliari che ad oggi percepiscono il reddito o la pensione di cittadinanza, per un totale di16.918 persone coinvolte. Sono questi, secondo i dati forniti dall’Inps, i percettori della misura di sostegno economico nella nostra provincia.

In particolare sono 7.103 i nuclei famigliari che percepiscono il reddito di cittadinanza per un totale di  15.868 persone coinvolte con un reddito medio di 527,51 euro. Mentre sono 944 i nuclei famigliari che accedono alla pensione di cittadinanza per un totale di 1.050 persone coinvolte con un reddito medio a nucleo di 201,36.

Sono invece 3.624 i nuclei famigliari della provincia di Varese che hanno ricevuto almeno un pagamento del reddito di emergenza, secondo quanto previsto dai dl 34/2020 art.82, dl 104/2020 art.23 e  dl 137/2020 art.14, per un totale di 8.973 persone coinvolte per un reddito medio a nucleo di 549 euro. 

I NUMERI NAZIONALI 

Nel mese di gennaio hanno percepito il reddito di cittadinanza in Italia 1,2 milioni di nuclei familiari, con 2,8 milioni di persone coinvolte e un importo medio a nucleo pari a 573 euro; i nuclei percettori di pensione di cittadinanza sono stati invece 115mila, con 129mila persone coinvolte ed un importo medio di 240 euro. 

Complessivamente, quindi, a gennaio hanno ricevuto il beneficio 1,3 milioni di nuclei, con un importo medio pari a 543 euro. La regione che in questo periodo ha avuto più nuclei beneficiari (266mila, pari al 21% del totale) è stata la Campania, a seguire la Sicilia (231mila, pari al 18% del totale); gli importi medi percepiti sono stati rispettivamente pari a 617 euro e 598 euro.

Nel solo mese di gennaio 2021 è stato revocato il beneficio a 15mila nuclei, per mancanza di uno dei requisiti; nello specifico, prevalentemente per dichiarazioni non conformi rispetto ai redditi da attività lavorativa e al patrimonio mobiliare. Per quanto riguarda il reddito di emergenza, i nuclei percettori di almeno una mensilità della prestazione ai sensi del dl 34/2020 art. 82 (decreto Rilancio), che ha previsto erogazioni per due mesi, risultano pari a 292mila, con 702mila persone coinvolte e un importo medio mensile di 559 euro; sono invece 254mila i nuclei beneficiari del reddito di emergenza disciplinato dal dl 104/2020 art. 23 (decreto agosto), con 581mila persone coinvolte e un importo medio pari a 550 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore