Uyba, una notte da regina di Coppa: battuto 3-1 l’Eczacibasi

Un'altra partita da incorniciare per la Unet nell'andata dei quarti di finale di Champions vince e convince contro le (incomplete) turche. Mingardi top scorer bustocco (19), alle ospiti non bastano i 30 di Boskovic

uyba eczacibasi cev champions league 2021

Una partita da incorniciare – l’ennesima di questo periodo d’oro – per la Unet e-work Busto Arsizio che nella gara di andata dei quarti di finale di Champions League vince per 3-1 (25-19, 15-25, 25-17, 28-26) contro le turche dell’Eczacibasi Istanbul. Una vera e propria battaglia all’ultima palla quella giocata sul tarafelx del palazzetto bustocco, chiusa solo al quarto set ai vantaggi, ma che dà alle ragazze di Musso un piccolo ma significativo vantaggio nell’ottica dell’accesso alle semifinali.

Attenzione però a non dare per morta l’Eczacibasi: coach Motta ha dovuto fare a meno della regista titolare Sahin e dell’attaccante Baladin, positive alla Covid oltre a Thompson e Ogbogu fuori per infortunio A trascinare la formazione turca ha pensato l’opposto Boskovic, losing effort della partita e autrice di 30 punti.

La Uyba però ha dominato il primo set grazie ai muroni di Stevanovic e agli attacchi di Gray mettendosi subito in avanti nel punteggio. Nel secondo set l’Eczacibasi ha reagito mentre nel terzo, giocato con maggiore equilibrio, le padrone di casa hanno saputo accelerare sul finale. E poi chiudere i conti in un quarto parziale testa-a-testa, altro esame di maturità per le Farfalle biancorosse, sempre più convincenti.

Alessia Gennari, la capitana bustocca, sorride a fine match: «Tre punti che valgono tantissimo. Abbiamo imposto il nostro gioco nel primo e terzo set, facendole sbagliare tanto. Dobbiamo tenere sempre alto il nostro livello e oggi c’era un po’ di tensione perché qualcuna di noi non aveva ancora giocato partite così importanti. Credo che al ritorno l’Eczacibasi potrà recuperare qualche giocatrice che oggi era assente e quindi il livello di oggi non sarà sufficiente». Insomma, accontentarsi non serve, però è giusto dire che la Uyba questa sera ha legittimato la propria presenza tra le magnifiche otto d’Europa. Almeno.

La partita

Coach Musso schiera il sestetto composto da Poulter in regia, in diagonale con Mingardi, Olivotto e Stevanovic al centro, Gennari e Gray in attacco, Leonardi libero. Il primo set inizia con la Uyba che prova a mettere distanza, guidata da Stevanovic e Gray (4-2). Le turche non lasciano campo libero e, nonostante il braccio caldo di Gray, Boskovic sa come fermare le velleità biancorosse (13-7). La fase centrale del set è equilibrata (15-12 e time out Musso) però la pipe di Gray segna il 20-14 e la battuta di Mingardi mette in difficoltà la ricezione avversaria. La Uyba si lancia così nella volata finale e chiude 25-19.

Nel secondo parziale è l’Eczacibasi a correre, portandosi sul 1-6, trascinata da una implacabile Boskovic. Le farfalle soffrono, mentre le turche sembrano aver preso le misure. Sul 6-15 la situazione sembra compromessa ma le padrone di casa non si arrendono e provano, anche dall’altra parte della rete funziona tutto (10-17). Musso rinforza la difesa con Piccinini però non basta. Finale spettacolare con le due formazioni che schiacciano forte ogni palla (14-22) fino all’errore in attacco di Gennari che concede alle avversarie il 15-25.

La partenza del terzo set sembra la fotocopia del secondo con l’Eczacibasi avanti 1-4. Mingardi e Olivotto non ci stanno, ritrovano presto il pareggio e la sfida si accende, punto su punto (8-8). Poulter trova il 13-9, Olivotto mura e sul 16-11 la panchina turca ferma il gioco. Sul 20-16 a chiedere timeout è invece Musso che prova a rimettere ordine. Stevanovic ci crede, mette a segno anche il 24-17 e Mingardi chiude (25-17).

Il quarto inizia in equilibrio con le due formazioni che si rincorrono punto a punto (2-2). Boskovic si scatena (2-6) e la Uyba ferma il gioco. Stevanovic fa male a muro e le biancorosse tornano a -3 (12-9). Mingardi in battuta mette di nuovo in difficoltà la ricezione ospite e poi attacca in ogni zona del campo (16-12). La fase centrale del set è spettacolo puro e le due formazioni si danno battaglia su ogni palla (18-18). Boskovic segna il 23-24 ma l’eterna Piccinini e Gennari portano il set ai vantaggi. Stevanovic trova quindi il 27-26 e Gray mette la ciliegina sulla torta e per la Uyba è vittoria.

Unet e-work Busto Arsizio – Eczacibasi Vitra Istanbul 3-1
(25-19, 15-25, 25-17, 28-26)

Busto Arsizio: Poulter 3, Olivotto 7, Gennari 11, Bonelli ne, Gray 14, Leonardi (L), Mingardi 19, Escamilla ne, Bulovic ne, Herrera Blanco ne, Piccinini, Stevanovic 12, Cucco ne. All. Musso.
Istanbul: Memis (L), Sebnem Akoz, Boskovic 30, Arici 4, Atlier ne, Sahin 7, Guveli 8, Ogbogu ne, Buzlutepe ne, Mirkovic 2, Durul ne, Tasdemir ne, Rigdon 5, Yildirim 2. All. Marco Aurelio.
Arbitri: Wokciech Moroszek (Polonia) e  Igor Porvaznik (Slovacchia)
Note. Uyba: ace 4, errori 8, muri 12. Eczacibasi: ace 2, errori 11, muri 7. Durata set: 24′ 23′ 23′ 32′

di
Pubblicato il 25 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore