“Il lavoro è servito”, Openjobmetis in aiuto del settore ristorazione

Ristoranti e bar che si rivolgeranno all’Agenzia per il Lavoro per assumere personale in somministrazione a maggio e giugno potranno usufruire di una speciale agevolazione economica

cuoco, cucina, ristorante

Openjobmetis lancia “Il lavoro è servito”, un’iniziativa concreta a beneficio degli imprenditori e degli operatori della ristorazione italiana, messa in sofferenza dai provvedimenti di questi mesi per far fronte alla diffusione del Covid.

Tutti i titolari di bar e ristoranti che si rivolgeranno a Openjobmetis per l’assunzione di personale (camerieri, cuochi, aiuti cuoco, addetti generici di cucina, ecc.) per i mesi di maggio e giugno otterranno un’importante agevolazione economica: il costo per il servizio di ricerca, selezione e somministrazione sarà infatti azzerrato.

L’iniziativa “Il lavoro è servito” viene lanciata in un momento ancora critico per il settore, nonostante le deroghe concesse dal sistema “zona gialla”. Coldiretti stima che l’85% degli incassi di bar, pizzerie, ristoranti e agriturismi in Italia derivi dal servizio al bancone e al tavolo negli spazi interni dei locali. Il perdurare di zone rosse e arancioni che ha invece imposto la chiusura di quei servizi ha pesantemente colpito i circa 360mila operatori in Italia, provocando perdite anche fino a 7 miliardi in un solo mese. A ciò si aggiungono le ripercussioni altrettanto gravi sulla filiera: complessivamente, nell’attività di ristorazione, sempre secondo Coldiretti, sono coinvolte 70mila industrie alimentari e 740mila aziende agricole impegnate a garantire le forniture per un totale di 3,6 milioni di posti di lavoro, generando un valore economico pari al 25% del PIL nazionale.

“Dopo mesi tanto difficili, abbiamo voluto aiutare i ristoratori” – ha dichiarato Rosario Rasizza, amministratore delegato di Openjobmetis. “Stiamo parlando di lavoratori tra i più colpiti dai diversi DPCM che, di fatto, hanno portato a una chiusura del 2020 con 37,7 miliardi di euro di perdite. Noi facciamo la nostra parte, rinunciando a una porzione del nostro profitto che potrà però aiutarli a rialzare la testa e metterli in condizione di affrontare i prossimi mesi. Chi, come noi, è sul campo tutti i giorni a misurare la temperatura del mercato del lavoro sa quanto sia importante fare sistema tra tutti gli attori dello sviluppo economico per il rilancio del Paese. In questo momento chiave per la rinascita dell’Italia – conclude Rasizza – anche l’impegno contro il sommerso è fondamentale, soprattutto in quei settori, come la ristorazione, dove il fenomeno è ancora diffuso: la nostra iniziativa nasce anche per premiare chi, affidandosi a un’Agenzia per il Lavoro qualificata per l’inserimento del personale, sceglie di agire con responsabilità e onestà”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore