Il Livorno ci prova, la Pro Patria recupera due volte: 2-2 allo “Speroni”

Il rigore di Kolaj e la rete di Masetti sono le reti biancoblu che pareggiano i gol di Dubickas e Marie Sainte

pro patria livorno calcio

La Pro Patria pareggia 2-2 contro il fanalino di coda Livorno. Un punto sudato per i tigrotti, che vanno sotto due volte e riacciuffano il risultato prima con un rigore di Kolaj e poi con una perla di Masetti. La Pro conserva così il sesto posto, che in vista dei playoff significherebbe giocare la prima partita in casa. Per il Livorno invece continua la disperata corsa alla salvezza, che adesso è appesa più che ai risultati della squadra di Amelia a quelli della Pro Sesto che, in caso di vittoria nell’ultima giornata, farebbe retrocedere le tre con la classifica peggiore, ovvero Livorno, Lucchese e Pistoiese. Questa partita in ottica playoff ha “regalato” ai tigrotti un’altra tegola, con Fietta che al 20’ è stato costretto ad abbandonare il campo. Settimana prossima, contro un’Alessandria che ha perso oggi il match-promozione di Como e non ha più niente da chiedere alla classifica, i bustocchi andranno al “Moccagatta” per cercare di raggiungere il quinto posto. Intanto il Como, grazie alla vittoria nello scontro diretto, festeggia il ritorno in Serie B.

IL PRIMO TEMPO
La partita è accesa e fin da subito a spaventare di più sono gli amaranto: al 4’, sugli sviluppi di un corner, Parisi mette in mezzo e Marie Sainte colpisce di testa a lato. La Pro Patria ha a malapena visto la porta di Paci ma al 9’ il Livorno passa in vantaggio, con il cross di Mazzarani che crea un flipper in area tigrotta, sul quale ci arriva Dubickas che da due passi mette in porta. Al 15’ i tigrotti vanno letteralmente vicinissimi al gol: bell’azione verticale sulla direttrice Boffelli-Nicco Kolaj, con quest’ultimo che davanti a Paci prova il pallonetto morbido. Sulla linea, però, c’è Blondett che spazza via nonostante le proteste dei biancoblù. Poco dopo la partita della Pro si complica, con l’infortunio di Fietta che è costretto a lasciare il campo a Ferri. Al 28’ i tigrotti si fanno vedere sul primo corner conquistato, con il cross di Kolaj sul quale Paci esce male e Gatti trova il colpo di testa. La palla, deviata, finisce lontano dai pali. Due minuti dopo gli ospiti spaventano ancora con la cavalcata di Parisi sulla destra che poi mette in mezzo per Braken, che colpisce male di testa permettendo a Greco di bloccare senza problemi. I toscani si rendono pericolosi anche al 39’, con Geminiani servito bene da Braken e successivamente fermato da Greco. Al 41’, Pizzul ci prova con un destro a giro che finisce a lato.

LA RIPRESA
Nella ripresa i tigrotti entrano con un altro piglio, senza contare che Javorcic inserisce Masetti e Castelli per dare sostanza ad un attacco fin lì incolore. Al 7’ è Gatti a provarci da fuori, con un destro potente che viene ribattuto da Sosa. Il Livorno risponde un minuto dopo con il rasoterra di Haoudi che Greco para. Al 12’ la Pro, presa un po’ di confidenza, costruisce una bella azione da sinistra a destra che si conclude con l’imbucata di Kolaj per Masetti, il quale viene steso in area da Blondett. L’arbitro fischia calcio di rigore che viene trasformato da Kolaj. Nonostante il buonissimo momento dei bustocchi, il Livorno non riunifica ad attaccare e spaventa in contropiede. Al 22’ Mazzarani ci prova con un bel tiro al volo che Greco blocca. È però su una situazione di calcio piazzato che gli ospiti trovano nuovamente il vantaggio: al 26’ il cross sul secondo palo di Mazzarani pesca la spaccata volante di Marie Sainte, il quale ha la fortuna che il pallone sbatta sul palo opposto per poi entrare in rete. La Pro Patria quindi si mette ad attaccare a testa bassa. Dopo varie incursione senza successo, Masetti pesca il coniglio dal cilindro: tiro-cross dalla destra che gira tantissimo, inganna Paci che non riesce a deviare e pallone che si infila sotto la traversa. Raggiunto il pareggio la Pro continua a spingere ma il sinistro a giro di Pizzul al 45’ sarà l’ultima occasione della partita dei tigrotti, mentre i toscani spaventano nel recupero con il colpo di testa di Blondett che finisce alto.

PRO PATRIA  – LIVORNO     2 – 2   (0-1)

Marcatori: 9′ p.t. Dubickas (LIV); 12′ s.t. Rig. Kolaj (PPA), 25′ s.t. Marie Sainte (LIV), 35′ s.t. Masetti (PPA).

PRO PATRIA (3-5-2): Greco, Gatti, Boffelli, Saporetti; Cottarelli (31′ s.t. Le Noci), Nicco, Fietta (20′ p.t. Ferri), Brignoli (1′ s.t. Masetti), Pizzul; Kolaj (38′ s.t. Spizzichino), 24Latte Lath (1′ s.t. Castelli). A disposizione: Mangano, Compagnoni, Molinari, Vaghi. All. Javorcic.

LIVORNO (3-4-1-2): Paci; Marie Sainte, Blondett, Sosa; Parisi (41′ s.t. Canessa), Castellano (41′ s.t. Di Giovanni), Haoudi (15′ s.t. Buglio), Gemignani (1′ s.t. Evan’S); Mazzarani (31′ s.t. Bobb); Dubickas, Braken. A disposizione: Stancampiano, Deverlan, Pallecchi, Caia, Bueno. All. Amelia.

ARBITRO: Claudio Petrella di Viterbo (Fabio Pappagallo della Sezione di Molfetta e Edoardo Federico Cleopazzo della Sezione di Lecce. Quarto Ufficiale Giuseppe Emanuele Repace della Sezione di Perugia).

Angoli: 5 – 5. Recupero: 1′ p.t. – 3′ s.t. Ammoniti: Brignoli, Nicco, Gatti (PPA); Buglio (LIV). Note: Giornata mite e soleggiata. Terreno di gioco in ottime condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

CLASSIFICA: Como 72; Alessandria 68; Renate 62; Pro Vercelli 61; Lecco 60; Pro Patria 58; Albinoleffe 54; Juventus U23 52; Pontedera, Grosseto 51; Novara 49; Olbia 47; Piacenza 46; Pergolettese 44; Carrarese 43; Giana Erminio 41 Pro Sesto 40; Pistoiese 31; Lucchese 31; Livorno 29;

di
Pubblicato il 25 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore