Mingardi e il trio straniero: è una Uyba dalle grandi conferme

Busto ha scelto la continuità per la prossima stagione: la capocannoniera della A1 resterà in biancorosso insieme a Poulter, Stevanovic e Gray. Ai dettagli l'acquisto di Lucia Bosetti

camilla mingardi jordyn poulter pallavolo uyba

Dopo aver assegnato lo scudetto all’incredibile Conegliano – 63 vittorie consecutive – e in attesa della finale di Champions tra le stesse venete e il Vakifbank, il mondo della pallavolo femminile sta mandando in scena il consueto film del volley-mercato con le trattative per la nuova stagione che si intrecciano regolarmente con le partite chiave di quella vecchia.

Un “teatro” che coinvolge tutte le squadre, compresa la Uyba Busto Arsizio che nonostante alcuni addii (o arrivederci) importanti, non sarà rivoluzionata: la società del presidente Pirola infatti nelle ultime ore ha ufficializzato una serie di riconferme importanti sulle quali basare la formazione che scenderà in campo alla E-Work Arena nella stagione 2021-22.

Partiamo dall’ultima, quella che attende ancora la comunicazione definitiva: Camilla Mingardi. L’opposto bresciano è reduce da una stagione strepitosa, la prima in maglia Unet, nella quale ha vinto la classifica delle migliori marcatrici della Serie A1. Per Mingardi, 23 anni, una sorta di consacrazione e un trampolino di lancio che potrebbe essere definitivo verso la maglia azzurra: la giocatrice biancorossa ha messo a segno 424 punti (1a assoluta) ed è anche la seconda miglior realizzatrice nei punti per set con 4,99, dietro solo alla “marziana” Paola Egonu (5,11). A questo Camilla aggiunge un dato notevole a muro, dove è risultata la migliore del campionato in un ruolo diverso da quello di centrale (38 punti).

«Cara Uyba…  – ha scritto Mingardi su Instagram – eccoci qua di nuovo insieme, pronti e carichi per affrontare una nuova stagione fatta di nuovi obiettivi e di nuove sfide da vincere insieme! Onorata di combattere ancora per questi colori vi mando un abbraccio virtuale e vi aspetto tutti ad agosto al palazzetto, sperando di poter tornare a cantare e esultare tutti insieme»

Con Mingardi resteranno in biancorosso altre tre componenti del sestetto base che ha concluso la stagione sotto la guida di Marco Musso, un trio straniero di grande valore. Parliamo della palleggiatrice americana Jordyn Poulter, della schiacciatrice canadese Alexa Gray e della centrale serba Jovana Stevanovic: un gruppo che permetterà alla Unet di ripartire con grandi certezze ma anche con una certa ambizione visto il cammino che la squadra ha saputo fare dall’inizio del 2021 in avanti. Certo, è mancata la semifinale scudetto, ma la pressione e la fatica della Champions (finale sfiorata) e la formula ridotta dei playoff hanno avuto il loro peso.

Ora in viale Gabardi si lavora per sistemare gli altri tasselli della Uyba che verrà: lo “storico” acquisto di Lucia Bosetti (manca solo l’ufficialità) servirà a rimpiazzare l’addio della ex capitana Alessia Gennari, passata a Monza, Quello di Giorgia Zannoni (da Chieri) dovrà far dimenticare l’arrivederci della Farfalla-Tigre Giulia Leonardi che lascerà alla 22enne piemontese la maglia gialla del libero per prendersi un anno sabbatico dalla pallavolo. Inoltre tutto sembra apparecchiato perché a Busto rimangano le altre due centrali, Rossella Olivotto e Liset Herrera Blanco.

La squadra di Musso quindi è in gran parte completa: le altre defezioni rispetto alla stagione appena terminata riguardano la schiacciatrice spagnola Ana Escamilla e la leggendaria Francesca Piccinini che ha dato l’addio al volley giocato. Al “gate” arrivi intanto, potrebbe concretizzarsi un’altra operazione-nostalgia di quelle potenti, il rientro alla Uyba di Cisky Marcon, capitana dello scudetto.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 22 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore