“Noi insieme” rompe il ghiaccio e ufficializza la candidatura alle elezioni di Albizzate

L’obiettivo è quello di continuare a rappresentare “un’alternativa di governo a quello delle Lega e dei suoi alleati” portando avanti un articolato programma e un’anima che resta quella di una lista civica

comune albizzate

Il gruppo “Noi insieme” rompe il ghiaccio e in una campagna elettorale che ad Albizzate è stata finora silente lancia ufficialmente la propria candidatura in vista delle elezioni amministrative slittate all’autunno.

L’obiettivo, esplicitato fin da subito, è quello di continuare a rappresentare “un’alternativa di governo a quello delle Lega e dei suoi alleati” portando avanti un articolato programma e un’anima che resta quella di una lista civica.

La decisione di partire, spiega il gruppo in un comunicato, è arrivata ufficialmente nella serata di giovedì 15 aprile con un’assemblea “in remoto” con i sostenitori.

Indebitamento e Corte Bassani perno delle critiche all’amministrazione Zorzo

Noi Insieme traccia fin da subito un giudizio negativo dell’amministrazione Zorzo fondato soprattutto su due punti: «in questi cinque anni – scrive il gruppo nel comunicato – è stata intrapresa una politica di indebitamento del Comune per la realizzazione di “grandi progetti” sugli immobili e sulle infrastrutture ruotanti attorno al palazzo municipale eletta a nuova “Versailles Padana”. Area feste e nuova piazza hanno drenato significative risorse economiche che sono state sottratte a possibili altri progetti più incisivi dal punto di vista sociale».

La lista torna poi su un punto sul quale c’erano già state delle critiche: “Un motivo di preoccupazione per “Noi Insieme” è il progetto di costruzione di nuovi palazzoni sulle macerie della Corte Bassani. Non vogliamo mantenere un centro storico in rovina, tuttavia Noi Insieme ribadisce una volta ancora come la soluzione per il paese non possa essere quella prospettata dal Sindaco Mirko Zorzo e dall’Assessore all’Urbanistica Massimiliano Rizzi. Fermo restando la difesa degli indirizzi del PGT sulla Corte Bassani, Noi Insieme propone, nell’ambito dell’area, la creazione di una zona verde centrale che salvaguardi le emergenze architettoniche esistenti e che sia inserita in un sistema di parchi diffuso collegati tra loro da circuiti ciclo-pedonali protetti».

“Le persone al centro”, i primi punti del programma elettorale

Nella sua prima uscita ufficiale il gruppo, del quale non sono ancora stati resi noti candidature ufficiali, ha pubblicato i primi punti del proprio programma elettorale.

  • la ricollocazione logistica dei Poliambulatori ormai del tutto insufficienti a rispondere alla richiesta di servizio dei cittadini (realizzando la nuova Casa della Salute presso il Punto Comunità dove riunire la gran parte dei servizi comunali);
  • la destinazione di uno spazio adeguato e attrezzato ad Aula Studio, una richiesta fatta da tempo dai giovani albizzatesi, ancora inevasa;
  • la creazione di spazi di gioco e socialità per i bambini 0-3 anni e le loro famiglie con la Ludoteca Comunale;
  • Albizzate Città Amica degli Anziani: insieme di iniziative di longevità attiva rivolte ai cittadini senior per stimolare in loro la partecipazione alla vita sociale della comunità, suggerire interventi di adeguamento delle abitazioni per facilitare le attività della vita quotidiana, predisporre in paese panchine per la sosta e realizzare in tutti gli ambiti progetti di miglioramento della mobilità (rimozione barriere architettoniche e messa a norma dei marciapiedi);
  • il progetto Tutti Collegati!, che ha l’ambizioso obiettivo di consentire a tutti cittadini dell’Albizzate Alta e dell’Albizzate Bassa (Valdarno, Tarabara Mulino, Isimbardi) di collegarsi tra loro attraverso un percorso urbano che contempli la sistemazione della rete marciapiedi, la collocazione di un sistema elevatore che colleghi centro e stazione, la progettazione di una pista ciclo-pedonale protetta tra la stazione e le frazioni , il ripristino del ponticello di Tarabara e la collocazione di opportuni stalli nei parcheggi della stazione per il ricovero delle biciclette.

Allo stesso modo l’esigenza di immaginare un futuro sostenibile per tutti anche nel nostro piccolo paese non farà mancare l’impegno del gruppo coordinato da Noi Insieme in ambito ambientale con il lancio di alcuni progetti molto caratterizzanti:

  • la Comunità Energetica, veicolo per il sostegno di progetti di auto-produzione dell’energia nell’ambito delle strutture comunali aperto all’adesione dei cittadini che intendano procedere anche in ambito privato e volano per generare introiti da reinvestire nella comunità;
  • il Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) di connessione tra le Cascine a Ovest la valle dell’Arno a Est, che non inserisce nessun vincolo ma rappresenta una concreta opportunità di valorizzazione delle aree naturali e della tipicità delle aree rurali creando al contempo un sistema ampio e curato per vivere il territorio nella quotidianità e nel tempo libero .

Ed ancora i programmi per la cultura, la partecipazione e la scuola con:

  • l’introduzione del Bando Comunale per le Manifestazioni rivolte alle associazioni iscritte all’Albo Comunale per il sostegno economico delle iniziative di interesse pubblico da loro proposte;

  • la definizione del calendario annuale delle manifestazioni a tema che possa coinvolgere anche le numerose comunità straniere presenti stabilmente nel tessuto cittadino;

  • la realizzazione di percorsi virtuosi di alfabetizzazione digitale per la facilitazione delle relazioni tra ente pubblico e cittadino (richiesta certificati, esperimento di procedure, visure ecc);

  • il superamento dell’attuale sistema delle Consulte con l’introduzione della Consulta delle Associazioni, della Consulta dello Sport, della Consulta dei Giovani e la conferma della Consulta delle Frazioni. A queste due ultime consulte “elettive” si assegnerà un budget per progetti di Bilancio Partecipato;

  • la revisione dei plessi scolastici per la rimozione delle barriere architettoniche esistenti per riconfermare nel concreto il diritto allo studio di tutti in condizioni di parità;

  • il sostegno alle nostre scuole per l’adesione al progetto regionale Green School per la diffusione della cultura ecologica tra i ragazzi, la costruzione di orti scolastici e, per quanto di competenza dell’amministrazione comunale, l’allargamento del piano dell’offerta formativa ai Laboratori del Fare e dell’Esprimere, set di iniziative per l’introduzione ai mestieri, al teatro e alla musica e a gemellaggi linguistici con scuole di altri paesi europei.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore