Samarate, Pozzi: “Siamo obbligati a risparmiare sul personale, ma non lo vogliamo”

Un difficile report sulla situazione della pianta organica attuale, fatto dall'assessore Luciano Pozzi in commissione Bilancio

municipio samarate comune

Nel corso della commissione congiunta Bilancio – Istruzione di Samarate, tenutasi ieri sera, martedì 27 aprile, si è fatto il punto sull’organigramma del comune e sulla situazione delle assunzioni.

L’assessore Luciano Pozzi ha così presentato ai commissari, riferendosi a una norma in vigore da marzo 2020 che ha cambiato la procedura delle assunzioni di personale: «Il parametro preso ora è il rapporto tra spesa di personale e le entrate, secondo determinati criteri. Il parametro, rispetto all’anno scorso, è sceso dell’1.6%. Quest’anno il costo del personale utilizzato è di 2 milioni 669mila euro (l’anno scorso era di 2milioni 767mila euro), nonostante ciò siamo nella fascia intermedia: dobbiamo mantenere un rapporto migliore di questo tra le spese e le entrate, non dobbiamo peggiorare e mantenere le proiezioni per il 2021 migliori».

Dal 2016 al 2021, ha poi specificato, sono previsti 46 pensionamenti e 16 assunzioni, «quindi perdiamo 30 persone». A rimanerne maggiormente colpito è l’asilo nido, che perde 11 persone (la situazione del Nidondolo è particolarmente difficile, tanto che, sempre in commissione, si è vagliata l’ipotesi di una gestione esterna o di un appalto).

Sempre Pozzi: «Potremo ripartire ad assumere nel 2022 o, se riusciamo a trovare dei correttivi, a fine 2021 in previsione del 2022. Quello che sta succedendo – al di là della nostra impossibilità di assumere a causa di questa norma che, a mio avviso, è stata scritta male – ovvero il pensionamento in quantità notevole, che non era successo negli anni precedenti, anche valutando l’attività di assunzione del passato si cercava di anticipare le sostituzioni: nel 2020 e 2021 la possibilità di assumere per il nostro comune si stoppa completamente e ci mette in grossa difficoltà. Siamo obbligati a risparmiare sul personale, ma non lo vogliamo».

L’unico modo per mantenere questa previsione – ha continuato – è o aumentare le entrate o diminuire le spese: «Quindi non bisogna fare assunzioni anche a fronte dei pensionamenti. La condizione cui siamo per potere seguire queste norme è inferiore al 27% necessario (siamo al 26,58%) e quindi dobbiamo ancora migliorare».

“Situazione non rosea”

«La situazione non è per niente rosea – è intervenuto il sindaco, Enrico Puricelli – però anche gli altri comuni sono conciati come noi. Mi sono mosso personalmente per cercare collaborazione con gli altri comuni per il Suap e l’anagrafe: a Ferno la dirigente del Suap va in pensione e non hanno nessuno con cui sostituirla, Somma Lombardo è in convenzione con altri comuni (anche da loro la dirigente del Suap è andata in pensione e la sta sostituendo un vigile)».

Il consigliere Giovanni Borsani (Samarate città viva) ha chiesto informazioni sulle prospettive future. «Noi abbiamo fatto delle valutazioni e delle ipotesi, ma non è praticabile l’assunzione tout court – ha risposto Pozzi – o meglio: ci siamo attivati per segnalare tramite canali diretti questa situazione esageratamente complicata, ma finora non abbiamo risposte di tipo legislativo. Tutte le interrogazioni che abbiamo fatto sul nostro modo di fare i calcoli li hanno confermato. Dobbiamo ipotizzare che cosa possa alleviare: percorsi di esternalizzazione o di collaborazione con altri enti». In seguito, Borsani ha avanzato l’idea del lavoro interinale, «che non è vietato per l’amministrazione pubblica»: secondo il consigliere potrebbe aiutare a risolvere alcune problematiche, insieme ai contratti a progetto.

Tiziano Zocchi, di Progetto Democratico, ha chiesto come mai, dato che il parametro è abbastanza basso, non si possa procedere per le assunzioni. «Pur avendo questo parametro al di sotto del 27%, il fatto che siamo posizionati in una fascia intermedia siamo obbligati comunque a stare al di sotto dell’ultimo indicato. Certamente ci sarà la possibilità in futuro di intervenire», ha risposto Pozzi.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 28 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore