Centri Estivi UISP: con il CSK si impara anche il pronto soccorso animali

I centri estivi targati Uisp sono in via di organizzazione anche in provincia di Varese. A Busto l’offerta "multisport" del CSKBA è affiancata anche da gite e attività legate alla natura

In tutta Italia, Uisp è pronta a dare il via ad una nuova stagione di Centri Estivi Multisport sul territorio, con l’entusiasmo e la qualità di sempre e con la speranza di poter ripartire verso una nuova normalità, di cui tutti abbiamo bisogno, in modo particolare bambini e adolescenti. Uisp attraverso i Centri estivi promuove da sempre il diritto al gioco dei più giovani, investendo sulla formazione degli educatori ed operatori e sulla proposta di attività innovative e all’insegna dell’educazione.

Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono presenti sul sito nazionale Uisp e sui singoli siti internet dei Comitati territoriali e regionali Uisp. Anche a Varese ci saranno centri estivi proposti da realtà legate al Comitato Territoriale Uisp, che stanno iniziando a raccogliere le iscrizioni.

Uno “storico” è il CRES organizzato dal Centro Studi Karate Busto Arsizio, con la responsabile Patrizia Taddeo. Non un campo estivo a tema Karate ma, come ogni anno, un vero e proprio “multisport”, con un’offerta che, quest’anno, negli edifici della Scuola Primaria “Pieve di Cadore” a Busto Arsizio, spazia dal calcio allo yoga, dall’immancabile karate al basket, con altre particolarità formative interessanti.

«Avremo la possibilità di effettuare alcune attività in inglese, grazie ad un operatore specializzato racconta Taddeo poi avremo anche una nutrizionista specializzata che terrà alcuni momenti formativi in tema educazione alimentare». La novità di quest’anno sarà anche un’attività legata alla natura: «Un operatore specializzato darà ai ragazzi i primi rudimenti del pronto soccorso per animali in difficoltà: cosa fare se troviamo un riccio in giardino o un uccellino ferito?» I ragazzi dai 4 ai 14 anni che frequenteranno il Cres di Busto Arsizio lo impareranno.

«Ovviamente ci saranno anche le attività più “classiche” – spiega ancora Taddeo – come lo spazio compiti e il gioco libero. Ma avremo anche un’altra nuova proposta: un sabato al mese, una gita insieme alle famiglie. Con i ragazzi più grandi la organizzeremo scegliendo le attività in luoghi vicini ma molto interessanti».

Le norme di sicurezza legate alla pandemia sono state rese note da pochi giorni, spiega ancora Taddeo, e sembrano essere un po’ meno stringenti rispetto allo scorso anno. «Avremo sempre l’obbligo di mascherina e la necessità di restare il più possibile a distanza di un metro dagli altri, così come saranno preferibili le attività all’aperto rispetto a quelle al chiuso, e i locali dovranno essere ben aerati. Ma ormai siamo esperti con questo tipo di precazioni e siamo pronti ad accogliere i ragazzi per un’estate che sia di sport davvero per tutti» conclude Patrizia Taddeo.
Regolamenti, informazioni ed iscrizione sono facilmente reperibili CLICCANDO QUI.

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli di VareseNews

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 26 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore