Al Maga di Gallarate dietro le quinte dell’attesa mostra sugli Impressionisti

In questi giorni al Maga si prepara l’allestimento della grande mostra sugli Impressionisti. Tutto lo staff del Museo al lavoro per l’apertura del 29 maggio

Impressionisti Maga

Il dietro le quinte di una mostra è uno staff di persone che lavora senza sosta, ognuno al proprio compito. C’è chi si occupa della movimentazione delle opere, chi le appende al muro secondo un preciso progetto di allestimento, chi si occupa dell’illuminazione, chi della infografica della mostra. Poi bisogna organizzare la comunicazione, pianificare il piano editoriale sui social, gestire l’afflusso dei visitatori.

Per un museo quando una mostra inaugura, il più del lavoro è compiuto. Sono giorni di imprevisti dell’ultimo minuto, di grande stress ma anche di grande emozione. Perché vedere allestire una mostra è il frutto spesso del lavoro di mesi o di anni.

In questi giorni al Museo Maga di Gallarate ormai il conto è alla rovescia per l’apertura della grande mostra “Impressionisti. Alle origini della modernità” che porta nel museo gallaratese i capolavori dei maestri dell’Impressionismo. L’esposizione più volte rimandata a causa dell’emergenza sanitaria finalmente sarà visitabile al pubblico da sabato 29 maggio.

Le pagine social del Maga, da Facebook a Instagram a Twitter, stanno documentando in questi giorni il backstage dell’allestimento, dall’arrivo delle opere in Museo dalle sedi di provenienza, al lavoro dei restauratori all’allestimento dei vestisti che si potranno ammirare. La mostra infatti vuole dare uno sguardo ampio sul fenomeno che partendo dal mondo dell’arte portò una intera società verso la modernità. Gli Impressionisti ebbero il merito di ribellarsi al mondo accademico dominante, combattere e vincere per la propria libertà espressiva, che dalla tela contaminò i diversi ambiti della moda, dei costumi e delle abitudini.

Impressionisti Maga

Virginia Hill esperta di moda e docente all’Istituto di Moda Marangoni ha seguito in Museo in queste ore l’arrivo e l’allestimento dei meravigliosi abiti d’epoca di fattura parigina e italiana, eccellente testimonianza di un’altissima qualità sartoriale.

La macchina organizzativa procede senza sosta in attesa di poter ammirare dal vivo l’arte e la modernità Impressionista.

IMPRESSIONISTI. Alle origini della modernità
Gallarate (VA), Museo MA*GA (via E. De Magri 1)
29 maggio 2021 – 9 gennaio 2022

ORARI DELLA MOSTRA
Martedì, mercoledì, giovedì e venerdì: ore 10.00 – 18.00
Sabato e domenica: 11.00 – 19.00
Ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura.
Giorni e orari di apertura potrebbero subire variazioni nel rispetto delle disposizioni governative.

L’accesso in museo è consentito a un massimo di 40 visitatori ogni ora.

È obbligatorio indossare la mascherina e osservare le disposizioni di sicurezza previste.

Prevendita on line obbligatoria nei weekend (sabato e domenica) al sito https://www.ticketone.it/

Dal martedì al venerdì è possibile sia la prenotazione on line sul sito https://www.ticketone.it/ sia l’acquisto del biglietto direttamente alla biglietteria del Museo, in caso di posti disponibili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore