I playoff della Pro Patria finiscono subito: la Juventus U23 vince 3-1 allo “Speroni”

Nel primo turno degli spareggi per la Serie B i bustocchi si illudono con Latte Lath ma vengono ribaltati dalle reti di Ranocchia, Brighenti e Correia

calcio pro patria playoff juventus u23

La Juventus U23 si impone 3-1 allo “Speroni” e spegne i sogni della Pro Patria. In una complessivamente  bella partita, la squadra tigrotta paga il cinismo degli avversari bravi a sfruttare le occasioni del secondo tempo. Illude il golasso al 21’ di Latte Lath, raggiunto pochi minuti dopo dalla perla su punizione di Ranocchia. Il vantaggio dei bianconeri arriva poco dopo l’inizio della ripresa, con Brighenti che si costruisce con la complicità di Pizzul un rasoterra fulminante. Il gol che chiude la gara arriva oltre il novantesimo, con Correia che deposita in porta facile facile.

Non è comunque una stagione da buttare quella dei biancoblu, che anche oggi si sono fatti vedere determinati verso l’obiettivo. Poi se ti trovi davanti una squadra come la Juve, appena regali qualcosa per forza di cose paghi. Con i se e con i ma non si fa la storia, ma rimane un po’ di amarezza a pensare come potrebbe essere stata questa partita con gli infortunati in campo. 

PRIMO TEMPO

I primi minuti di partita sono un monologo un po’ sconclusionato dei bianconeri, che schiacciano i tigrotti nella propria metà campo, creano occasioni ma non danno l’impressione di essere dominanti. La prima occasione della partita è infatti dei biancoblù, che in contropiede sembrano poter pungere gli avversari: all’8 Spizzichino che ruba palla a centrocampo, arriva al limite ma poi calcia debolmente. La Juve risponde con due super occasioni, tra il 14’ e il 15’. Prima ci prova Ranocchia con un bel destro a giro che Greco respinge in tuffo. La palla rimane tra i piedi dei bianconeri,  fino a che non arriva a a Di Pardo, che dalla destra entra in area superando tre giocatori per poi calciare. Greco, con un riflesso incredibile, di piede dice di no. Al 21’, in una fotocopia della prima azione, Ferri ruba palla a Peeters e in qualche modo manda Latte Lath a calciare. L’ivoriano si accentra, alza lo sguardo e spara un bolide dell’angolino che pietrifica Israel e manda in vantaggio i tigrotti. Tre minuti dopo Latte ha a disposizione un’altra occasione, ma è posizionato male con il corpo e la sua girata dal limite dell’area è debole e non impensierisce l’estremo difensore bianconero. A vantaggio acquisito la Pro cerca di gestire, ma la Juve non sta certo a guardare. Al 28’ è ancora Di Pardo a calciare, sempre trovando l’opposizione di Greco. Al 34’ invece il portiere bustocco non può arrivare sulla magistrale esecuzione di Ranocchia: su una punizione dai trenta metri il centrocampista juventino trova, con un destro bellissimo, l’incrocio dei pali e permette alla Juve di acciuffare il pareggio. La Pro non si scuote più di tanto, e al 36’ Latte Lath e Kolaj scambiano e quest’ultimo riesce a sfondare in area bianconera, arrivando davanti a Israel il quale però cn un riflesso respinge la conclusione sotto porta dell’albanese. L’ultima occasione del primo tempo è per Akè, che salta Pizzul sulla destra e calcia potente, ma pallone viene deviato in calcio d’angolo dalla difesa. 

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia come era finito il primo tempo, ovvero con la Juve in attacco. È il 3’ quando Ranocchia cerca la doppietta con un altro destro a giro che però viene neutralizzato da Greco. La Pro però è viva, e lo dimostra al 7’ quando Kolaj conduce un contropiede in una situazione di tre contro tre. Arrivato in area, nonostante l’opposizione di due difensori, riesce a produrre una strana conclusione che si stampa sull’incrocio dei pali. La Juve però è cinica e al 10’ trova il vantaggio: l’errore è di Pizzul, che al limite dell’area cerca il rinvio ma il pallone sbatta addosso a Brighenti, che con il fisico si apre uno spazio, entra in area e batte Greco con un gran destro diagonale. Nei minuti seguenti Javorcic imposta la formazione per recuperare, inserendo Le Noci e Brignoli, e poi anche Castelli e Colombo. La partita è però tutta in salita, tra i mezzi tecnici superiori degli avversari e la loro continua ricerca di perdite di tempo. Al 32’ i tigrotti riescono a produrre un pericolo con il colpo di testa di Galli che però viene bloccato da Israel. Al 38’ anche Le Noci ci prova di testa, ma con il medesimo risultato. Al 43’ su calcio d’angolo Boffelli prima stacca e poi calcia, entrambe le volte addosso a Dragusin. L’ultima occasione dei tigrotti arriva al 48’ con Gatti che in posizione di attaccante controlla in area, si gira e calcia. La palla finisce alta di un paio di metri. Con la Pro tutta sbilanciata in avanti, Greco per rinviare esce fino alla trequarti e viene scippato da Correia, il quale poi appoggia comodamente in porta per l’1-3 definitivo. 

TABELLINO

PRO PATRIA  – JUVENTUS U23     1 – 3   (1 – 1)

Marcatori:21′ pt Latte Lath (PPA), 34′ pt Ranocchia (JUV); 10′ st Brighenti (JUV), 49′ st Correia (JUV).

PRO PATRIA (3-5-2): Greco, Gatti, Boffelli, Saporetti; Cottarelli (30′ s.t. Colombo), Spizzichino (17′ s.t. Brignoli), Nicco, Ferri (1′ s.t. Galli), Pizzul; Kolaj (20′ s.t. Le Noci), Latte Lath (30′ s.t. Castelli). A disposizione: Di Lernia, Compagnoni, Piran, Masetti, Pisan, Vaghi. All. Javorcic.

JUVENTUS U23 (4-3-3): Israel; Di Pardo, Dragusin, Alcibiade (34′ s.t. Delli Carri), Anzolin; Troiano (22′ s.t. Vrioni), Peeters, Ranocchia; Akè (20′ s.t. Dabo), Brighenti (34′ s.t. Leone), Correia. A disposizione: Nocchi, Bucosse, Boloca, Marques, Compagnon, Gozzi, Barbieri. All. Zauli.

ARBITRO: sig. Carella di Bari (Miniutti  e Cavallina. IV uomo: Di Cairanoe di Ariano Irpino).

Angoli: 1 – 5. Recupero: 0′ p.t. – 5′ s.t. Ammoniti: Nicco, Brignoli (PPA); Anzolin (JUV).

Note: Giornata mite e nuvolosa. Terreno di gioco in ottime condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

RISULTATI:

Cesena – Mantova 2-1
Lecco – Grosseto 1-4
Palermo – Teramo 2-0
AlbinoLeffe – Pontedera 1-0
Catania – Foggia 1-3
Juve Stabia – Casertana 1-1 (passa la Juve Stabia)
Matelica – Sambenedettese 3-1
Triestina – Virtus Verona rinviata

di
Pubblicato il 09 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore