Sinergia tra Pro Patria e Antoniana per i “Tigrotti del futuro”

Le due società, vicine di casa in via Cà Bianca, hanno sottoscritto un accordo per la crescita dei giovani calciatori

Antoniana e Pro Patria per i \"Tigrotti del Futuro\"

Immaginate di essere un ragazzo adolescente, di giocare a calcio in una società dilettantistica e magari di vedere a due passi dal tuo campo di allenamento le tribune di uno stadio che ha fatto la storia del calcio bustocco.

Lo stimolo a fare un passo più, a saltare più in alto e a non arretrare di un millimetro è lì, a pochi metri in linea d’aria, ma separato da una barriera invisibile che spesso divide il calcio dilettantistico e quello professionale. Ebbene, ora Pro Patria e Antoniana hanno trovato l’accordo per abbattere quel muro percepito: i giocatori dell’Antoniana che se lo meriteranno potranno entrare a far parte del mondo calcistico tigrotto.

Come spiega il dg dei giallorossi Giuseppe Abenante: «Siamo molto contenti di presentare questo accordo di collaborazione sportiva tra la società più blasonata del territorio e noi che rappresentiamo tutto quanto fatto di buono dai settori giovanili della zona. La Pro Patria ci dà una grande occasione di crescita: previa valutazione degli addetti ai lavori della Pro, i nostri giovani migliori avranno la possibilità di alzare il proprio livello agonistico».

Parole di soddisfazione anche arrivano anche dal presidente dell’Antoniana Francesco Cosentino: «Meglio tardi che mai. Abbiamo fatto questo accordo per permettere ai ragazzi di crescere sempre con nuovi stimoli; è inoltre da stupidi non sfruttare l’immagine di una grande società professionistica che abbiamo a qualche metro da noi, invece di mandare in giro i ragazzi a perdersi. L’idea è di mandarli alla Pro per farli crescere, poi se qualcuno non si sente in grado può benissimo tornare da noi perché questo è anche il bello di instaurare un dialogo, che non c’è un prendere o lasciare».

Il tutto ruota attorno anche ad un nucleo di valori che la presidente della Pro Patria Patrizia Testa manifesta con una gestione oculata della sua società e con un’attenzione anche ad un livello extra-calcistico (come confermano anche le recenti lauree di Boffelli e Cottarelli); inoltre, la crescita del settore giovanile tigrotto è un obiettivo a lungo termine che in questa stagione ha iniziato a dare i primi frutti: «Conosco il presidente Cosentino da tantissimi anni, e ne ho sempre apprezzato la passione e il legame che dimostra alla sua società; mi sembra quasi una copia della mia passione e attaccamento alla Pro Patria. Lui ha voluto fortemente questo accordo, noi non ci siamo fatti corteggiare troppo perché sul piatto sono stati messi subito i valori insiti in questo patto: la crescita dei ragazzi dell’Antoniana, che devono poter vedere in fondo al loro percorso la possibilità di diventare prima tigrotti e poi magari puntare ancora più in alto. Abbiamo quindi sottoscritto l’accordo molto volentieri, senza forzature, perché ho individuato in questa partnership un’opportunità di crescita per i ragazzi, come già detto, ma soprattutto per il fatto che una collaborazione così stretta e vicina può avere solo effetti positivi per entrambi. Inoltre un altro elemento che lega le nostre società è rappresentato dalla sponsorship dell’Istituto San Carlo, realtà radicata nel territorio come io e il presidente Cosentino lo siamo alle nostre società. Ringrazio quindi anche la dottoressa Sara Tosi perché questo è un legame che ci permette di iniziare un cammino che ci auguriamo produttivo sia per i ragazzi che per le due società».

di
Pubblicato il 24 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore