Sofia Monza torna alla UYBA e completa il reparto palleggiatrici

La 19enne cresciuta nel vivaio biancorosso arriva da un biennio al Club Italia e si divide tra palestre e libri. Sarà la vice di Jordyn Poulter

sofia monza

La Unet e-work Busto Arsizio completa il reparto palleggiatrici per la prossima stagione, affiancando alla sua titolare Jordyn Poulter, la giovane e talentuosa Sofia Monza, cresciuta nel settore giovanile biancorosso e titolare nelle ultime due stagioni nel Club Italia, in serie A2.

Un sogno che diventa realtà per la giovanissima atleta, classe 2002, che in maglia azzurra ha conquistato la medaglia d’oro negli Europei Under 16 e l’argento ai Mondiali Under 18: «Torno a giocare nella mia squadra del cuore, quella che ho sempre seguito e in cui ho iniziato la mia carriera. Una grande soddisfazione e un grande onore per me vestire la maglia UYBA e rientrare in una società seria e organizzata, in un palazzetto da sogno».

Monza, tra l’altro, è figlia di Aldo, allenatore di calcio che ha guidato anche la Pro Patria (e la Caronnese) e oggi è vice al Sudtirol. «Gli ultimi anni nel Club Italia sono stati fondamentali per me – prosegue Sofia – mi hanno fatto maturare molto sia dal punto di vista tecnico ma soprattutto tattico: eravamo un gruppo giovanissimo e competere con squadre formate da giocatrici esperte è stato di grande insegnamento. Ora entro in un grande team, in cui potrò allenarmi e stare a contatto con atlete di primo livello: Jordyn Poulter ad esempio è per me una delle migliori palleggiatrici al mondo, so che potrò imparare tanto da lei».

Sofia conclude: «Il mio obiettivo è quello di migliorare giorno dopo giorno, senza pensare troppo in avanti: solo così posso essere sempre concentrata su quello che sto facendo e dare il mio migliore contributo. Sarà così anche alla UYBA. Per ora cerco di conciliare lo studio (ho la maturità) e gli allenamenti con la nazionale in vista dei mondiale Under 20 di luglio con coach Mencarelli, una persona che non posso non citare tra quelle importanti per il mio processo di crescita. Le giornate sono piene tra volley e scuola, studio dopo cena ma la passione per il volley mi porta a fare comunque tutto con grande entusiasmo».

di
Pubblicato il 21 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore