Alfa, il consiglio approva il bilancio. Fatturato di 90 milioni, l’utile sfiora gli 11

L'a.d. Bova: «Pienamente soddisfatta dei risultati. Determinante l'accordo con la milanese CAP Holding». Il documento approvato all'unanimità

Alfa Generica

Tempo di bilancio per Alfa srl, la società che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Varese. Il 2020 è stato un anno di grande crescita che ha visto l’incorporazione di sei società ecologiche (Arno-Rile-Tenore, Olona, Lago di Varese, Verbano, Bozzente e Valmartina) l’acquisto del ramo d’azienda idrico di Prealpi Servizi e il subentro nelle gestioni in economia di numerosi acquedotti e depuratori.

Le cifre parlano di un fatturato di 90 milioni di euro, ovvero del doppio rispetto all’anno precedente, con un utile che sfiora gli 11 milioni mentre il patrimonio risulta cresciuto di oltre il 400%. «Sono pienamente soddisfatta dei risultati ottenuti – spiega Beatrice Bova, a.d. dell’azienda – e orgogliosa di essere stata parte attiva, in prima linea, dando il mio personale contributo al rilancio e alla straordinaria crescita della società. Determinante per il raggiungimento di questo traguardo è stato l’accordo di rete siglato con CAP Holding» ovvero il gestore del servizio idrico integrato nell’area metropolitana milanese.

Alla fine del 2019, la società gestiva poco più di cinquanta acquedotti, una quindicina di depuratori e una trentina di fognature comunali. Alla fine dello scorso anno, gli acquedotti erano diventati 89 (oggi sono già 98), i depuratori 25 in più (saliti adesso a 72, praticamente tutti quelli di proprietà pubblica). Solo per quanto riguarda le fognature non ci sono state nuove prese in carico perché per queste acquisizioni l’anno decisivo è il 2021: a oggi infatti sono già 132 le fognature comunali passate ad Alfa.

beatrice bova
Beatrice Bova

«Le nuove acquisizioni e l’ingresso delle società ecologiche e di Prealpi Servizi hanno reso molto complessa la redazione del bilancio d’esercizio – prosegue Bova – Devo ringraziare tutti i dirigenti e il personale degli uffici finanziari e amministrativi di Alfa per la loro competenza e professionalità, che ci ha permesso di predisporre un documento così articolato rispettando le scadenze previste». Il bilancio consuntivo 2020 è stato approvato all’unanimità dal Consiglio d’Amministrazione e dal Comitato di indirizzo Vigilanza e Controllo della società nei giorni scorsi. A fine mese è previsto il passaggio nell’Assemblea dei Soci, alla quale spetterà anche la decisione sul rinnovo delle cariche nel CdA.

Anche il presidente di Alfa srl, Paolo Mazzucchelli (che è anche sindaco di Cairate), ha espresso piena soddisfazione riguardo al bilancio aziendale: «Il rafforzamento patrimoniale della società ci permette già nell’anno in corso di raddoppiare i nostri investimenti sul territorio rispetto al 2019, portandoli a 27 milioni di euro. Dal 2022 e per i prossimi anni ci attesteremo su investimenti dai 30 ai 35 milioni annui, destinati prioritariamente a salvaguardare l’ambiente e superare le infrazioni europee».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore