Il Bradipo Zoppo di Cairate torna a correre con il nuovo “Trial del principato di San Calimero”

Appuntamento per domenica 13 giugno, con la nuova sfida dei “bradipi”: il primo “Trial del principato di San Calimero”

bradipo zoppo uisp cairate

Il Bradipo Zoppo torna a correre: dopo un 2020 che ha segnato le attività (ma non lo spirito) anche di questa asd Uisp dedicata all’atletica, il 13 giugno i “bradipi” lanciano una nuova sfida, il primo “Trial del principato di San Calimero”.

Il nome della gara prende le mosse dalla antica chiesetta che sorge nel territorio di Cairate, anzi, Boladello di Cairate, patria di una delle asd Uisp con il nome più fantasioso. Un nome nato per caso, come racconta il presidente, Fabio Taviani: «Durante una corsa a cui ho partecipato come semplice corridore, insieme ad alcuni amici: eravamo ultimi, e in più durante il percorso mi ero infortunato. Mi hanno detto che mi stavo muovendo come un bradipo, e la mia risposta è stata “sì, un bradipo zoppo”. E quell’immagine è diventata il nome giusto per il gruppo di appassionati nato poco dopo».

L’idea iniziale dei “Bradipi” è stata quella di recuperare una corsa che si era svolta per tanti anni a Cairate, la “Scurbata”, la corsa dei corvi. E nel 2009 ce l’hanno fatta, ma non si sono fermati lì. «Abbiamo organizzato moltissime iniziative, dalla staffetta “Sei in pista” fino a quella per la festa di san Calimero». Un gruppo sportivo con radici ben salde, quello del Bradipo Zoppo: un grande amore per il territorio di Cairate e le sue tradizioni li ha portati ad essere presenti per valorizzarlo, con le loro corse dallo spirito fortemente Uisp, aperte a tutti e dove il primo obiettivo è divertirsi.

Il 2020 è stato un annus horribilis anche per il Bradipo Zoppo: costretti a rinunciare agli appuntamenti principali, i Bradipi di Cairate sono riusciti ad organizzare qualche appuntamento informale durante l’estate e niente di più. Ma i bradipi, anche in natura, sono lenti, ma arrivano sempre dove si prefiggono. Così il gruppo storico, che anima l’associazione, ha mantenuto i contatti attraverso gli strumenti tecnologici usati un po’ da tutti in questo strano anno di distanziamento sociale. Ed ecco il risultato: appena le restrizioni si allentano, è in partenza una nuova gara, il primo trial del Principato di San Calimero, come i Bradipi chiamano i boschi attorno alla chiesetta. 15 km di corsa competitiva, con 300 metri di dislivello, con il rilevamento dei tempi OTP e la premiazione prevista per i primi tre uomini e le prime tre donne. È possibile iscriversi entro il 9 giugno su  bradipozoppo.com/

Perché i bradipi non li ferma nessuno, nemmeno una pandemia mondiale.

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli di VareseNews

di
Pubblicato il 02 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore