Giuseppe Conte a Varese: “Mai più insulti nel Movimento 5 Stelle”

L'ex-premier, a Varese per sostenere Galimberti, spiega perchè ha deciso di saltare la tappa di Busto: «La cura delle parole è nel nostro statuto. Ho voluto dare un segnale forte»

Ha voluto dare un segnale forte, Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle in visita a Varese per sostenere la lista locale e il candidato sindaco Davide Galimberti. L’ex-premier prima ha sottolineato di aver invitato gli esponenti di Busto a Varese e poi ha ribadito che «il candidato che ha insultato la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni (Mario Socrate) è fuori dal Movimento anche se il regolamento attuale non permette di espellerlo dalla lista elettorale. Invito a non votarlo».

Conte cancella la visita a Busto Arsizio, Maggioni rincorre

Conte ha ricordato che tra le regole che il partito si è dato c’è la cura delle parole e che mai e poi mai la battaglia politica potrà ridursi ad epiteti che stanno fuori dalla civile convivenza: «C’è un paragrafo bello grande nello statuto. No a espressioni squalificanti». Il leader ha anche ricordato che «il movimento ha idee e contenuti importanti da raccontare e discutere. Non abbiamo bisogno di offendere gli altri».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore