Moratti non crede all’obbligo sui vaccini: “I lombardi stanno già rispondendo bene”

L’assessore regionale alla Salute Letizia Moratti durante la serata in cui è stata ospite del Rotary Castellanza ha parlato della campagna vaccinale: "Mi auguro che prevalga il senso collettivo rispetto al bene individuale"

Lonate Pozzolo generica

L’assessore regionale alla Salute Letizia Moratti durante la serata in cui è stata ospite del Rotary Castellanza ha commentato a margine l’obbligo vaccinale. «I vaccini hanno sempre dimostrato la capacità  di combattere le malattie per cui sono stati creati – ha spiegato -. Tutti i vaccini hanno abbattuto la gravità delle malattie. La scienza ci dice che i vaccini sono sicuri. Stiamo attivando tutte le azioni che possiamo fare perché la popolazione risponda. I numeri sono molto positivi: 86 per cento della popolazione è vaccinata, oltre l’80 per cento posto dal commissario come obiettivo».

E continua: «Mi auguro che prevalga il senso collettivo rispetto al bene individuale. I ventenni stanno, ad esempio, rispondendo in modo eccezionale: siamo all’88 per cento per i ventenni, il 73 per centro per la fascia d’età 12-19. Le fasce più restie sono i trentenni e i quarantenni, che si attestano all’80%. Abbiamo messo in piedi una macchina che mi piace definire “una macchina del cuore”: tutti stanno contribuendo, forse perché la Lombardia è stata ferita profondamente e questo spinge a favore della vaccinazione e che è l’unica arma a nostra disposizione».

di
Pubblicato il 09 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore