Pallamano: a Sassari lo stop del Cassano Magnago, che perde a 29-24

La stagione 2021-2022 di pallamano si apre male per il Cassano Magnago, che perde contro il Raimond Sassari 29-24

Raimond Sassari - Cassano 11/09 ph Claudio Attori

Il Cassano Magnago Handball Club non passa al Pala Santoru contro il Raimond Sassari, che sabato 11 settembre si è aggiudicata la prima vittoria in campionato A1 della stagione 29-24.

La squadra di coach Davide Kolec – rinnovata con promozioni dall’unger 19 e dall’innesto di di Saša Milanović Božidar Nikočević  – ha dovuto arrendersi contro i vicecampioni di coach Filiberto Kokuca, il nuovo allenatore dopo i due anni a Gallarate con i ragazzi del Crenna in A2.

UNA PARTITA IN SALITA

Un inizio decisamente non morbido e di rincorsa per gli amaranto. Il Raimond si è portato fin dall’inizio in vantaggio collezionando 5 goal nei primi dieci minuti di partita: due di Bruno Brizć (il primo a 1.57′ dai 7 metri), due di Giovanni Nardin e al 9.39′ è arrivato il primo “squillo” rossoblu di Leonardo Facundo Querin, uno dei nuovi acquisti della squadra.

Il primo goal per gli amaranto è arrivato all’8.14′ – dopo molti tentativi andati a vuoto – con il tiro in porta del pivot Mattia Dorio;a segnare il secondo Filippo Branca, con un velocissimo contropiede dopo aver intercettato i rossoblu in difesa. Il terzino Federico Mazza ha sferrato 3 goal (16.15′, 18.50′ e 21.30′) che lo hanno confermato miglior marcatore della partita insieme a Nardin e Brizć, anch’essi al terzo goal a quel punto del match. Il primo goal in amaranto di Nikočević è arrivato a 22.23′, poco dopo un rigore di Nardin andato a segno nella porta del Cassano difesa da Nicolò Riva.

Per buona parte del primo tempo i giocatori di Kolec hanno faticato a fare un tiro pulito contro una difesa compatta come quella del Raimond: c’è stata una lieve ripresa negli ultimi minuti con i goal di Alberto Lazzari e di Božidar Nikočević, che ha portato a casa il dodicesimo punto all’ultimo secondo, dopo che il pivot del Sassari, Damir Halilkovic, aveva sbagliato il tiro in porta. Il primo tempo si è concluso 14-12 per i sardi, che negli ultimi minuti hanno sferrato 4 goal – di cui due di seguito di Jakov Vrdoljak: l’ultimo, al 27.30′, ad opera dell’ala Umberto Bronzo.

Raimond Sassari - Cassano 11/09 ph Claudio Attori
foto di Claudio Atzori

Durante il secondo tempo il Cassano si è notevolmente ripreso nel tentativo di raggiungere gli avversari con i goal di Nikočević, altri due di Mazza (il secondo al 40.54′, interrompendo la “carestia offensiva” che ha visto un sorpasso notevole dei sardi nei primi dieci minuti). Il Sassari, infatti, ha iniziato l’ultima mezz’ora con una strategia di attacco aggressiva e continua in modo da distanziare sempre di più gli amaranto: al 31.34′ il bosniaco Damir Halilković ha segnato il primo goal in maglia rossoblu, replicando con un altro due minuti dopo; al 35′ è stata la volta dell’argentino Querin, seguito poi da un’azione di Nardin – velocissimo e da solo davanti alla porta di Riva – dopo che il Cassano ha sprecato un’occasione di possibile attacco. Non contento, Nardin ha portato il Sassari a 21-14: al 37.20′ in ricezione su assist di Querin e a circa 20 minuti dalla fine ha segnato il suo sesto goal del match.

A 10 minuti dalla fine il Raimond era in testa 25-20; il Cassano ha dato il meglio di sé portando lo spareggio a 4 goal al 50.40′ grazie a Saša Milanović, che poi ha segnato nuovamente al 54.22′ (25-21). Con il goal numero 22 di Giacomo Decio, che ha trasformato in un goal uno schema di attacco infruttuoso. Gli ultimissimi minuti, come spesso accade in questo sport, sono caaratterizzati da azioni veloci atte a tentare una rimonta oppure, nel caso del Sassari, allargare la disparità: al minuto 56.53 con il goal Brizć i sardi conducevano 27-22, replicando al 58.44′ con il ventottesimo tiro in porta. Il terzino Allan Luis Pereira ha segnato al 55.20′, mentre all’ultimo secondo Simone La Bruna, su rigore, ha sfondato la porta di Marco Spanu, arrivando a 24 punti, mentre il Raimond ha vinto con 29 goal.

I MIGLIORI MARCATORI

I migliori marcatori del match sono l’ala Giovanni Nardin per il Sassari e il terzino Federico Mazza per gli amaranto: entrambi hanno segnato 7 goal. I due sono seguiti da Umberto Bronzo e Bozidar Nikocevic (6 reti ciascuno).

LA PRIMA DI CAMPIONATO

La prima giornata di campionato si è conclusa con la vittoria di Brixen su Albatro (34-24), di Eppan su Carpi di 11 punti (33-22) e del Fasano su Secchia Rubiera (34-25).

Il prossimo avversario degli amaranto è Brixen, che affronteranno al palazzetto Tacca sabato 18 settembre alle 18.30.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 13 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore