Dante, i delitti sul lago e un medico felice a Duemilalibri: gli eventi dal 27 al 29 ottobre

Gli eventi dei prossimi giorni di Duemilalibri

Duemilalibri, al via la diciassettesima edizione

Continuano gli eventi del festival letterario di Gallarate, Duemilalibri, inaugurata lo scorso venerdì 22 ottobre.

Al via a Gallarate l’edizione 2021 di Duemilalibri

Duemilalibri – gli eventi di mercoledì 27 ottobre

  • Scuderie Martignoni, ore 16: Federico Gafert, Il mio Vela. Se Vela, quasi due secoli fa, ha preferito il “vero” all’artifizio, Gafert oggi si affida all’invenzione, al gioco di parole e di senso, avvicinando così, con agile complessità, il lettore al prodigioso scultore.
  • Scuderie Martignoni, ore 17: Tiziana ViganòQuando il delitto è arte … e il linguaggio dei fiori si fa messaggero di morte. La scenografia, la cura di ogni dettaglio, la messa in posa dei cadaveri s’ispirano alla Performance Art, ma inventano un nuovo stile. È un rompicapo, con l’omicida in piena escalation: nessuna traccia, nessun indizio, tante piste false.
  • Scuderie Martignoni, ore 19: Dario Sculati, Attorno al lago. In un borgo del Varesotto viene trovata una donna orrendamente pugnalata davanti al confessionale della parrocchia; del prete nessuna traccia. Riuscirà uno “stupido pirla di città” a far luce sul mistero?

Duemilalibri – gli eventi di giovedì 28 ottobre

  • Scuderie Martignoni, ore 16: Alberto Ferretti, Il castagno. Il libro segue l’evoluzione di Gianni, un diciannovenne un po’ “malaticcio”, che affronta il suo percorso di vita con l’aiuto delle persone care e di una figura molto importante all’interno del racconto: il medico di famiglia.
  • Scuderie Martignoni, ore 17: Respiri, a cura degli operatori de Il Melo. Il desiderio di raccontare quegli spiragli di bellezza che si colgono anche in mezzi alla tragedia e di lasciare una testimonianza di storie di anziani e operatori che hanno condiviso paure e speranze di questo ultimo anno, sono la genesi di questo libro.
  • Scuderie Martignoni, ore 18: Alberto Pellai e Barbara Tamborini, Sono Francesco.Un racconto senza tempo dimostra che la storia di Francesco d’Assisi è più moderna che mai. Francesco è un adolescente del nostro millennio. Pronto a sbagliare, ma anche a cambiare il mondo.
  • Scuderie Martignoni, ore 19: Federica Seneghini e Marco Giani, Giovinette. Un romanzo che racconta la storia di amicizia, di gioco e di lotta di un gruppo di pioniere del calcio. Uno scorcio avvincente del nostro passato, ma anche una riflessione sulle ingiustizie ancora vive nel nostro presente.
  • Museo Maga, ore 21: Viola Ardone, Olivia Denaro. Un’intensa storia di formazione. Quella di una ragazza che vuole essere libera in un’epoca in cui nascere donna è una condanna. Un rapporto fra padre e figlia osservato con una delicatezza e una profondità che commuovono.
  • Scuderie Martignoni, ore 21: Marco Bardazzi, Ho fatto tutto per essere felice – Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo. Chirurgo sui generis per gli anni in cui si avvia alla professione, Piccinini crede fermamente nella necessità di occuparsi dei pazienti in tutta la loro umanità. Un racconto emozionante che insegna cosa significa vivere, come diceva Enzo, “mettendo il cuore in quello che si fa”.

Duemilalibri – gli eventi di venerdì 29 ottobre

  • Scuderie Martignoni, ore 16: La mediazione tra pari. La scuola è un contesto nel quale i conflitti di ogni genere dovrebbero trovare sintesi e composizione. I servizi di mediazione tra pari possono gestire efficacemente tali conflitti.
  • Scuderie Martignoni, ore 17: Citar Dante. A studiosi di tutto il mondo si è rivolta la “Lectura Dantis Metelliana” invitandoli al commento di sparse gemme singolari, nella libertà della propria sensibilità e situazione culturale di area geografica, di lingua, di fede e di disciplina coltivata.
  • Museo Maga, ore 18: Sante Ambrosi, Perché il diavolo. In questo libro Sante Ambrosi avvia la demitizzazione del demonio, per riscoprirlo come realtà legata al profondo della psiche e della complessità della natura umana.
  • Museo Maga, ore 19: Alice Basso, Il grido della rosa. Il secondo capitolo delle avventure di Anita, che frequenta un clandestino gruppetto di donne per niente arrese al destino di “fattrici” e di massaie cui le condanna l’epoca, e invece affamate di libri e di emancipazione.
  • Scuderie Martignoni, ore 21: Enrico Camanni, La discesa infinita – a cura del Cai di GallarateUna mattina, dal fiume gelato del ghiacciaio del Miage emergono i resti di un corpo e il brandello di uno scarpone di cuoio d’altri tempi. Quando la montagna restituisce una vita spezzata, è come se ne restituisse anche le gioie, i rimpianti, le vane speranze e l’irripetibile unicità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore