A Crenna di Gallarate scuola chiusa e tamponi a tappeto per limitare il contagio Covid

Sono cresciute a nove le classi in quarantena o in sorveglianza, pochi i bambini in classe in via Gulli martedì mattina. Da mercoledì stop alle lezioni in presenza. Diversi casi anche tra i parenti

Generica 2020

Tamponi salivari a raffica, per capire esattamente i confini del contagio: Ats Insubria sta intervenendo alle scuole Marconi di Crenna, quartiere di Gallarate, dove venerdì scorso sono emersi i primi casi. E a metà pomeriggio di oggi è arrivata la decisione di Ats e dirigenza, riportata dal sindaco Andrea Cassani: chiusura della scuola da mercoledì 17 novembre, con previsione di arrivare fino al 26, nove giorni.

Non è stato facile fare il punto, mentre la situazione evolve, a cinque giorni dal primo caso identificato.
“Il Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica – si legge in una nota inviata lunedì sera da Ats Insubria a VareseNews – comunica che nella scuola di Crenna risultano classi in quarantena (5), classi sotto sorveglianza (4) secondo il nuovo protocollo ministeriale, altre classi (6) non interessate da alcun caso, per le quali si stanno attuando le adeguate azioni di sorveglianza e prevenzione. Proseguono le azioni di monitoraggio da parte di ATS, con l’obiettivo prioritario di garantire la possibilità di didattica in presenza”.

Fino a stamattina non esisteva una valutazione complessiva del numero di casi. L’aggiornamento a lunedì dell’assessore all’istruzione di Gallarate, Claudia Mazzetti, parlava di  un numero compreso tra dieci e venti (alunni e docenti), ma nel frattempo altri casi sono emersi. Oggi il sindaco Andrea Cassani prova a fare il punto in questi termini: «Sono contagiati sei insegnanti e una trentina di alunni».

Secondo quanto ci risulta ci sarebbero anche diversi casi correlati, tra i parenti dei bambini, genitori, nonni, zii.

Il contagio toccherebbe «meno del 10%» della popolazione scolastica e fino a metà giornata Ats non sembrava orientata alla chiusura. D’altra parte la situazione concreta è già di una presenza molto ridotta alla scuola di via Gulli. «Oggi erano presenti a scuola trentaquattro bambini» sintetizza l’assessore Mazzetti.

Intorno alle 15 (mentre verificavamo la situazione) è arrivata alla fine la decisione concordata tra Ats e dirigenza e comunicata anche al Comune. «Domani l’intera Crenna passerà alla Didattica a distanza». L’indicazione prudenziale di Ats è mantenere la chiusura fino al 26 novembre.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 16 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore