Giovani e lavoro: in provincia di Varese i tirocini tornano al livello pre-pandemia. Assunzioni +32%

Sono 44.665 le assunzioni di under 30 effettuate dalle nostre imprese ma solo il 10% dei contratti proposti dalle imprese ai giovani è stato a tempo indeterminato

ufficio lavoro

Alla vigilia della festa del 1° maggio, l’Ufficio Studi e Statistica di Camera di Commercio ha analizzato figure e ambiti settoriali relativi ai percorsi lavorativi avviati negli scorsi dodici mesi in provincia di Varese con la tipologia dei tirocini: il dato emerso, grazie all’esame delle assunzioni registrate dalla Provincia di Varese, è che, nel 2021, il numero complessivo delle persone di cui le nostre imprese hanno usufruito impiegandole con questa forma di contratto sfiora le 4mila unità. Per la precisione, sono state 3.944.

Tra di loro, la stragrande maggioranza è rappresentata da giovani al di sotto dei 30 anni (84%), ma non sono mancate anche persone tra i 40 e i 49 anni (circa 200) e perfino quelle di età superiore ai 50 anni (anche in questo caso, il numero si aggira intorno ai 200). Cifre che, dopo la flessione registrata nel 2020 causa allerta sanitaria, fanno ritornare ai livelli simili a quelli pre-pandemia l’utilizzo da parte del sistema economico varesino di un modello contrattuale che facilita l’ingresso nel mercato del lavoro.

Il periodo, normalmente, è di sei mesi per la formazione e l’orientamento ma può allungarsi a dodici nel caso sia già finalizzato all’inserimento in azienda. Entrando nel dettaglio, le professioni con il maggior numero di assunzioni in provincia di Varese nel 2021 sono state quelle relative al commercio, in recupero dopo le pesanti difficoltà dell’anno precedente: qui i contratti di tirocinio per gli addetti alle vendite sono stati 464.

A seguire, le figure amministrative e di segreteria (414). Di particolare interesse è il fatto che, negli ultimi anni, sono entrate nella top ten delle professioni maggiormente avviate al lavoro con questa modalità contrattuale le figure dei tecnici programmatori (177 tra il 2019 e il 2021). Una crescita che, nel suo complesso, tocca tutte le professioni collegate all’informatica, come gli analisti e tecnici di software, i programmatori e i gestori di reti e sistemi telematici: tutti ambiti che vedono le imprese preferire i tirocinanti under 30.

+32% le assunzioni degli under 30, ma solo uno su dieci a tempo indeterminato

Una situazione che invece non tocca l’attività di manutenzione dei giardini e del verde nel suo complesso e quella della pulizia, dove si guarda anche alle fasce d’età superiori. Più in generale, gli scorsi dodici mesi hanno visto una ripresa dell’occupazione giovanile in provincia di Varese: considerando non solo i tirocini ma ogni tipologia contrattuale, sono 44.665 le assunzioni di under 30 effettuate dalle nostre imprese (+32% rispetto all’anno prima). Resta la constatazione che solo il 10% dei contratti proposti dalle imprese ai nostri giovani è stato a tempo indeterminato: la maggior parte, invece, è stata a termine, considerando anche l’interinale e il lavoro a chiamata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore