Il gestore non paga le utenze e l’azienda ospedaliera chiude i bar interni a Busto Arsizio e Gallarate

La cooperativa annuncia battaglia legale con un cartello messo sulla vetrina. Qualche mese fa era toccato al servizio del presidio di Gallarate

bar chiuso

A due anni dal cambio di gestione, il bar dell’ospedale di Busto Arsizio è chiuso. Sulla vetrina è esposto un cartello

Bar chiuso. Asst ha staccato la corrente. La cooperativa impugnerà la decisione”.

Lo stesso annuncio era apparso, qualche mese fa, sull’attività all’interno dell’ospedale di Gallarate. 

La cooperativa Effecinque è la medesima dei due presidi e fa capo a  Giuseppe Filoni, indagato nell’indagine Mensa dei Poveri.

Da tempo circolavano voci sul mancato pagamento delle utenze da parte della cooperativa, versione confermata anche dall’azienda ospedaliera che ammette: « Si tratta della risoluzione del contratto per inadempimento legato a pagamenti tardivi. La ditta ha impugnato la decisione e a breve ci sarà l’udienza».

Il disagio è ora soprattutto per utenti e dipendenti a cui rimangono solo le macchinette, spesso fuori uso perchè oggetto di vandalismi per poter rubare le monete che contengono. 

Il passaggio di gestore dal Cral, che aveva gestito il servizio per 27 anni, era collegato alla normativa che imponeva la messa a gara del servizio. 

Il Cral deve lasciare il bar dell’ospedale ma a vincere la gara è una società di Filoni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore