Imprese da ballo, Pirellone approva legge per valorizzare e riconoscere i locali storici

Corbetta (Lega): “Sosteniamo un settore che crea lavoro e aiuta la promozione del territorio, pesantemente colpito dalla pandemia”

rave party

«Valorizzare e riconoscere la storicità delle imprese da ballo, discoteche e intrattenimento della Lombardia. La legge, approvata oggi dal Consiglio regionale, interviene a sostegno di questo importante settore economico, messo a dura prova dalla pandemia, aiutandolo a ripartire e a tornare ai livelli di eccellenza che hanno sempre caratterizzato l’intero comparto. La Lega e Regione Lombardia sono sempre state in prima linea nella difesa di locali da ballo, discoteche e comparto del divertimento e siamo stati i primi a chiedere e a ottenere riaperture e indennizzi per questo settore che ha pagato tantissimo gli effetti del covid e delle misure restrittive».

Così Alessandro Corbetta, consigliere regionale della Lega, sulla legge “Interventi per la valorizzazione delle imprese di intrattenimento da ballo e istituzione del riconoscimento ‘Locale da ballo storico’”, approvata oggi in Aula.

«Il mondo delle imprese da ballo riveste un ruolo di primaria importanza nell’economia nella vita sociale lombarda e italiana – spiega Corbetta – stiamo parlando di poco meno di tremila imprese sul territorio nazionale, di cui più di una su dieci è in Lombardia. Un settore, quindi, fondamentale per la crescita economica del territorio, ma che riveste anche un’altra importantissima funzione, legata alla socialità, all’aggregazione e all’intrattenimento, che in una società moderna sono aspetti di primo piano per il benessere delle persone. Grazie a questa legge andiamo a valorizzare la storicità dei locali che, nel corso dei decenni, sono diventati veri e propri punti di riferimento per le comunità del territorio. E andiamo inoltre a realizzare strumenti di sostegno e aiuto a questo comparto, che risulta tra i più colpiti dall’emergenza economica dovuta alla pandemia».

«Un aspetto di fondamentale importanza è quello della sicurezza – sottolinea il Consigliere leghista – la legge creerà le condizioni per favorire l’ammodernamento degli impianti, degli arredi, nonché della dotazione tecnologica dei locali, perseguendo anche l’obiettivo di innalzare i livelli di sicurezza per gli avventori. Senza dimenticato l’aspetto della promozione del territorio: locali moderni, sicuri ed efficienti saranno una vetrina importante per tutto il turismo lombardo, per la sua capacità ricettiva, con effetti positivi anche per le attività collegate, tra i quali artisti, tecnici del suono, società di sicurezza ed altre attività del settore, come alberghi, bar, ristoranti e tutte le attività commerciali in genere».

«Da dati della Camera di Commercio Milano, Monza-Brianza e Lodi su rilevazioni pre-pandemia nel 2019, ad esempio tra gli addetti nel settore legato alla musica, la Lombardia contava ben il 19% dell’intero comparto rilevato su tutto il territorio nazionale, mentre l’Emilia-Romagna si attestava al 8,7% ed il Veneto al 6%. Questo mondo, in Lombardia, rappresenta una vera e propria tradizione, che grazie a questa legge andiamo a valorizzare. Dimostrando, ancora una volta, come Regione Lombardia sia sempre all’avanguardia», conclude Corbetta.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore