La vocal coach di Busto Arsizio amata dagli americani incontra gli imprenditori nella sua città

La bustocca è la prima al mondo ad aver ottenuto la Green Card dagli Usa per le sue capacità vocali e il suo metodo Inborn Voice che ha stregato i manager della Silicon Valley. Sarà ai Molini Marzoli il 26 maggio

milena origgi

La vocal coach Milena Origgi, molto apprezzata a livello internazionale grazie al suo metodo di coaching Inborn Voice, sarà a Busto Arsizio giovedì 26 maggio alle 21, nella sala Tramogge dei Molini Marzoli per incontrare gli imprenditori della sua città e spiegare quali sono i benefici del suo metodo nella vita privata e in quella lavorativa.

La Origgi è la prima al mondo ad aver ottenuto la prestigiosa “Genius” Green Card negli Stati Uniti, grazie alle sue abilità straordinarie nel campo del Vocal Coaching. Milena, che è nota anche come “The Voice Guru”, è la fondatrice del metodo “Inborn Voice” che aiuta le persone a prendere consapevolezza delle proprie capacità vocali per poi connetterle alle proprie emozioni, creando così quello che negli Stati Uniti è stato definito da MTV Rock un vero e proprio voice makeover, ovvero una trasformazione vocale. Un metodo capace di trasformare non solo la voce, ma l’intera persona, facendola sbocciare dall’interno, attraverso un percorso di “riallineamento vocale”.

L’incontro si intitola “Le potenzialità indiscusse della Voce: Il metodo Inborn Voice da Busto a Boston”. Milena partirà dalla sua storia, spiegando come con la sua società è arrivata ad ottenere la Genius Green Card. Si discuterà poi del metodo Inborn voice e del perché viene scelto dai CEO delle principali società del mondo per la propria crescita personale e per migliorare le proprie abilità di comunicazione. Il suo metodo, infatti, pare abbia stregato i grandi capi della Silicon Valley. Vi sarà poi la chiusura con spunti e suggerimenti e sarà dato spazio alle domande e curiosità dei partecipanti.

La serata, che sarà presentata dalla giornalista Veronica Deriu, può rappresentare un’occasione di riflessione sull’importanza della comunicazione e un’opportunità di miglioramento delle capacità di comunicare in maniera efficace in ogni ambito lavorativo e sociale. L’incontro è gratuito e non è necessario prenotare.

«Milena è un orgoglio non solo italiano ma anche bustocco, anzi soprattutto bustocco – ha detto il sindaco Emanuele Antonelli nel presentare l’iniziativa che ha il patrocinio del Comune -. Consiglio agli imprenditori di partecipare. So che io ci sarò perché ne ho bisogno». Anche l’assessore all’Istruzione Cinzia Cerana ha commentato l’iniziativa e ha annunciato la volontà di coinvolgere la vocal coach: «La serata del 26 maggio è un’ottima iniziativa che ci piacerebbe allargare anche ai giovani».

Milena Origgi è di famiglia bustocca. La voce nella sua famiglia era un ponte comunicativo: «Le mie nonne, mio nonno e mia mamma cantavano. L’armonia vocale per la mia famiglia è sempre stata importantissima e sin da piccola ho cantato prima nel coro della chiesa e poi come solista. Ad un certo punto ho capito che la mia voce e il mio udito sarebbero diventati il mio lavoro». All’inizio, infatti, il suo lavoro di vocal coaching era orientato al canto poi scopre che la voce è importante in ogni aspetto della vita e così ha messo a punto un nuovo metodo che ha chiamato Inborn voice

A 42 anni inizia l’esperienza negli Usa dove, 5 anni dopo, viene riconosciuta meritevole di una Genius Green Card: «Dopo aver aiutato un personaggio, oggi al vertice del settore trasporti, mi sono convinta ad elaborare un metodo che poi mi ha portato in America. Il primo anno in America è stato molto difficile poi il mio spirito bustocco è venuto fuori e oggi lavoro su Boston, New York ma anche Londra». Poi è arrivata la green card dedicata alle persone particolarmente meritevoli: «Sono stata la prima persona al mondo ad ottenerlo per la voce». Le sue frasi-mantra sono: «La mia missione è trovare la voce nel mondo» e «Date un messaggio e se lo fate bene tornerà indietro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore