La società Vela di Arcisate è seconda alle finali nazionali UISP di karate

Ottimi risultati anche per il CSK Busto Arsizio e la SKS di Castiglione Olona. Il maestro arcisatese Sanfilippo guarda al futuro: "Più iniziative per atleti e istruttori"

speciale uisp karate società vela arcisate 2022

La società Vela di Arcisate, affiliata Uisp, guadagna il secondo posto nel campionato nazionale delle società di karate (combattimento) svolto a Firenze il 19 giugno, dopo il terzo posto ottenuto nella specialità del kata (forma) il 5 giugno a Guastalla (Reggio Emilia).

«Abbinamenti poco “fortunati” e sviste arbitrali non hanno permesso alla nostra società di arrivare prima per soli due punti. Ma abbiamo accettato il risultato come una vittoria, dimostrando ancora una volta grande sportività e correttezza» commenta il maestro della società Vela, Filippo Sanfilippo, che continua: «Con soli nove atleti siamo riusciti ad ottenere un grande risultato che ripaga l’impegno dei ragazzi, che si dividono tra lo sport, la scuola e il lavoro spesso precario, e il sacrificio economico e organizzativo delle società sportive e delle famiglie».

Grande il risultato ottenuto anche dalle altre due società lombarde qualificate per il Campionato nazionale: la CSK Busto Arsizio con il quinto posto e la SKS di Castiglione Olona che ha visto tutti i suoi tre atleti salire sul podio.

«Sorprendentemente la Lombardia è stata la regione più premiata, e questo risultato ci fa capire dove siamo arrivati dopo la lunga pausa dovuta al Covid, e da dove ripartire per fare nuove proposte a tutti i livelli, per fare crescere i giovani e “prolungare la vita” dei meno giovani» commenta il maestro.

La Lombardia ha partecipato anche con quattro arbitri nazionali e due presidenti di giuria, alcuni di grande esperienza ed altri che, sebbene molto giovani, si sono dimostrati sicuramente all’altezza dell’evento.
A Firenze il caldo ha messo a dura prova tutti i partecipanti, che hanno dovuto dare fondo a tutte le loro energie. La buona organizzazione della gara ha permesso però un regolare svolgimento della competizione, che si è conclusa in tempi accettabili e ha consentito un veloce ritorno nelle proprie regioni.

Finito il campionato, è tempo di pensare al futuro. «È necessario far partire corsi teorici e pratici per i giovani che dovranno affiancare le vecchie leve – afferma Sanfilippo – Per il prossimo anno, quindi, l’obiettivo è quello di organizzare iniziative per gli atleti e per gli istruttori. Gran parte delle società intende investire nei giovani, facendo di loro nuovi istruttori e arbitri. Nonché ampliare l’offerta per i meno giovani. Questo perché sono sempre di più gli adulti che si avvicinano al karate con passione e entusiasmo, e che non a caso vengono definiti “amatori”».

SPECIALE UISP Tutti gli articoli su VareseNews

di
Pubblicato il 29 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore