Ad Alfa 75 milioni di euro dalla Banca Europea per gli Investimenti  per ridurre le perdite d’acqua

Un finanziamento per potenziare la copertura e la qualità dei servizi idrici integrati, ridurre le perdite d'acqua e migliorare l’efficienza energetica. E arrivano anche 45 posti di lavoro

Alfa Generica

L’efficienza del sistema idrico è spesso al centro del dibattito in questi mesi in cui ci si è resi conto, più di altri anni, di quanto sia importante non sprecare acqua. Specialmente quando ce n’è poca come quest’anno. Del tema Alfa, il gestore del servizio idrico integrato della provincia di Varese, aveva già iniziato ad occuparsi mesi fa mettendo in campo anche soluzioni innovative a livello nazionale, come la mappatura delle tubature e delle perdite grazie all’ausilio di tecnologie satellitari.  

Un grande passo avanti lo si potrà fare grazie al finanziamento di 75 milioni di euro concessi dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che arriveranno proprio per permettere interventi di miglioramento della rete idrica. Gli interventi previsti contribuiranno a contrastare la crisi idrica che sta colpendo il Paese e sono in linea con gli accordi di Parigi e con gli obiettivi della Climate Bank Roadmap della BEI.

«Considerando lo stato di emergenza siccità provocato dalla prolungata assenza di piogge e la crisi idrica che sta colpendo il Paese, investire nelle infrastrutture è, oggi più che mai, fondamentale per ridurre le perdite d’acqua e migliorare l’efficienza energetica – dichiara Gelsomina Vigliotti, vicepresidente della BEI – In Italia, in media, il 40% dell’acqua immessa nella rete di distribuzione non arriva ai rubinetti delle case. Progetti come quello firmato con ALFA aiutano a diminuire significativamente le perdite al fine di migliorare la copertura, la qualità e la resilienza dei servizi idrici. Solo così possiamo garantire la sicurezza, l’approvvigionamento e la gestione sostenibile dell’acqua in Italia e in Europa».

Grazie al supporto della Banca dell’UE, ALFA potenzierà così la copertura e la qualità dei servizi idrici integrati, con l’obiettivo di ridurre le perdite d’acqua e migliorare la propria efficienza energetica a beneficio dei cittadini e del territorio servito. Inoltre, il progetto prevede investimenti in sistemi di drenaggio urbano volti a migliorare la resilienza delle infrastrutture esistenti contro eventi meteorologici estremi. 

«Si tratta di un passaggio molto importante per Alfa – dice il presidente di Alfa Srl Paolo Mazzucchelli – ora che si è chiuso il percorso d’aggregazione di tutte le società dell’idrico presenti in provincia e confluite nella società che rappresento. Dopo gli ultimi due anni di forte crescita qualitativa e quantitativa, anche grazie alla partnership industriale con CAP Holding S.p.A., Alfa può finalmente dialogare col mondo finanziario.

Col supporto prezioso della BEI, istituzione molto attenta alle esigenze del settore idrico e, più in generale, alle problematiche ambientali, possiamo realizzare un programma d’investimenti che vale 151 milioni di euro, cofinanziati per 75 milioni dalla BEI. Serviranno per interventi e opere indispensabili al territorio, con ricadute positive non solo per l’ambiente e la qualità della vita di chi la abita, ma anche per lo sviluppo economico e sociale, nell’ottica della sostenibilità.»

Secondo le stime BEI, si prevede che verranno creati diversi posti di lavoro durante la fase di implementazione del progetto, la sola ALFA assumerà 45 persone a tempo pieno per sostenere l’aumento della sua area di servizio. Per Alfa Srl lavorano oggi 363 persone (106 provenienti dalle società acquisite) che operano, oltre che nelle attività di gestione degli impianti, per le attività di amministrazione, bollettazione e garantiscono il servizio di pronto intervento h24 per tutti i giorni dell’anno. 

La BEI è la Banca del Clima dell’UE, nonché uno dei maggiori finanziatori del settore idrico a livello mondiale, con più di 1.600 progetti e circa €79 miliardi di finanziamenti erogati. Questo finanziamento a ALFA, il primo ricevuto dalla BEI, si aggiunge a quelli recentemente firmati con diversi operatori italiani del settore. 

Elaborazione grafica: CanvaPro

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore