Sciopero Lufthansa, saltano mille voli. Cancellazioni anche a Malpensa

Oltre mille i voli cancellati su Monaco e Francoforte, i principali hub della compagnia tedesca. I disagi "potrebbero protrarsi fino al fine settimana". Intanto Ryanair dà la colpa agli aeroporti per i disagi d'estate

A321 Lufthansa Malpensa

Grandi disagi, nei cieli d’Europa, per lo sciopero del gruppo Lufthansa, che ha provocato la cancellazione di oltre mille voli.

Lo sciopero di oggi, 27 luglio, provoca la cancellazione di molti voli da/per Francoforte sul Meno e Monaco di Baviera a causa dello sciopero proclamato dal sindacato tedesco Ver.di per il personale di terra. La vertenza riguarda le retribuzioni e chiede aumenti del 9.5% per il personale tecnico e cargo della compagnia.

Nello specifico sono previsti 678 voli cancellati a Francoforte e 345 a Monaco, con una previsione di 92mila passeggeri interessati su Francoforte e 42mila su Monaco.

Lo sciopero ha avuto conseguenze anche a Malpensa, dove è prevista la cancellazione di una dozzina di voli Lufthansa e di Air Dolomiti nell’arco della giornata, mentre opera regolarmente la low cost Eurowings, controllata di Lufthansa ma di base a Duesseldorf.

La capacità di “riprenotare i passeggeri interessati dalle cancellazioni è molto limitata”, ha fatto sapere la compagnia. Il vettore ha anticipato che i disagi “potrebbero protrarsi fino al fine settimana”: oltre allo sciopero, anche Lufthansa affronta come tutte le compagnie un contesto di instabilità negli aeroporti, in particolare in Spagna e Regno Unito, per un sommarsi di cause, tra cui carenza di personale e proteste dei lavoratori sotto stress.

Caos nei cieli e negli aeroporti d’Europa, ecco cosa sta succedendo

La situazione difficile degli scali europei è stata messa sotto esame da Ryanair che ha accusato i gestori aeroportuali di non aver potenziato il personale, «l’unica cosa che dovevano fare» ha detto il capo economico di Ryanair, Neil Sorahan. «I piani di volo erano noti da mesi, serviva solo aumentare il personale di sicurezza e di gestori del controllo». Il dirigente Ryanair ha invece ridimensionato i disagi legati direttamente alla compagnia: Ryanair «aveva tutto il personale a disposizione, operando 3mila voli al giorno», mentre gli scioperi reiterati tra giugno e luglio «hanno avuto un impatto minimo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore