Martinenghi è d’oro anche nei 50 rana: per “Tete” il record italiano

Dopo il titolo europeo sui 100 metri, il fenomeno di Azzate conquista anche quello sulla distanza inferiore. Arianna Castiglioni va in finale sulla stessa distanza

nicolò martinenghi europei nuoto 2022 roma - foto Andrea Staccioli / DBM

Il re della rana è sempre di più varesino: Nicolò Martinenghi, 23 anni di Azzate, centra la doppietta d’oro agli Europei di nuoto in corso a Roma conquistando il titolo anche nei 50 metri dopo aver guadagnato quello sui 100, venerdì scorso.

Nella vasca del Foro Italico, davanti a un pubblico in visibilio, “Tete” ha anche fatto segnare il nuovo record italiano sulla distanza in 26.33, sei centesimi in meno del precedente limite (che già gli apparteneva) siglato ad aprile 2021. Ed è festa totale per l’Italia perché al secondo posto si è piazzato il 19enne imolese Simone Cerasuolo. (foto Andrea Staccioli / Federnuoto-DBM)

Martinenghi però non ha fatto sconti né al compagno di nazionale né agli altri concorrenti: partito forte, il varesino allenato da Marco Pedoja ha progressivamente guadagnato ulteriore terreno sui rivali chiudendo con un margine di 62 centesimi. Bronzo a quello che era considerato il possibile “terzo incomodo”, ovvero il tedesco Lucas Matzerath in 27.11.

«Che bella gara, sono contentissimo – ha detto a caldo Martinenghi intervistato dalla RAI (da un varesino, Simone Benzoni ndr) – Dopo la giornata di ieri non mi aspettavo di stare così bene, ma quando sono entrato sul piano vasca e ho sentito tutto questo calore ho pensato di poter fare qualcosa per il pubblico». In occasione di batterie e semifinali infatti, il campione di Azzate aveva confessato di sentirsi piuttosto stanco dopo le fatiche di questi giorni.

Per Tete quella di oggi è la terza medaglia agli Europei di Roma: oltre al titolo nei 100 rana infatti l’azzurro ha anche guadagnato l’argento nella staffetta mista-mista. Entrambi i podi erano arrivati venerdì scorso.

BRAVA ARIANNA: CASTIGLIONI IN FINALE 

Messe da parte le eliminazioni sui 100 (per regolamento) e sui 200 rana, Arianna Castiglioni si prende mezza rivincita sulla distanza breve dei 50. La stella di Busto Arsizio, dopo il miglior tempo in batteria, ha guadagnato l’accesso alla finale per le medaglie arrivando al secondo posto nella sua semifinale. L’azzurra è stata superata da una pazzesca Ruta Meilutyte (addirittura 29.44 per la lituana) mentre nella prima “semi” l’altra azzurra e primatista del mondo Benedetta Pilato è scesa sotto i 30″.

Castiglioni ha ottenuto un buon 30.27, il quarto complessivo dietro alla britannica Clark, ma di certo l’azzurra è pronta per una gara da protagonista mercoledì. «Ho sbagliato l’arrivo che è stato troppo “lungo”, un errore da esordiente – ha detto alla Rai, però con il sorriso sulle labbra – Un arrivo così non va bene nemmeno sui 200, figuriamoci sui 50. Per il resto però bene: Meilutyte stava andando davvero molto forte ma non mi sono fatta condizionare dalla sua velocità altrimenti mi sarei disunita. Domani, per una medaglia, però sarò in gioco».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 16 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore