Pronta la lista di Azione e Italia Viva, con Maria Chiara Gadda capolista. E qualche sorpresa

I rivolgimenti delle ultime settimane portano anche nomi inattesi, come gli ex di PiùEuropa in fuga dall'abbraccio con il Pd. Nei posti "di richiamo" il medico Guido Bonoldi e l'ex sindaco di Busto Gigi Farioli. E torna a Varese il nome Giusy Versace

azione e italia viva

Azione e Italia Viva presentano la loro lista congiunta, con qualche sorpresa. Del resto già l’abbraccio d’agosto tra i due partiti, tra Carlo Calenda e Matteo Renzi, è stata in qualche modo una sorpresa, inevitabile che ci sia qualche notizia anche nelle liste del “terzo polo”.

Partiamo però da un dato che si poteva prevedere: capolista nel listino proporzionale (cioè quello che garantisce un posto più sicuro) c’è Maria Chiara Gadda, deputata uscente, che dal Pd seguì Renzi al momento della nascita di Italia Viva. Secondo in lista invece un altro esponente di Italia Viva, il valtellinese Mauro Del Barba.

azine e italia viva

«Per la lista “Italia Viva – Azione” è una giornata doppiamente importante perché l’inizio della campagna elettorale sancisce anche la nascita di un progetto politico ambizioso alternativo alle coalizioni di destra e di sinistra, basato su un programma europeista e riformista chiaro e coerente che mette al centro senza ipocrisie i temi chiave per il futuro del Paese come il lavoro, le imprese, le politiche per i giovani e la famiglia, il sociale, la sostenibilità e il rilancio della produzione e degli investimenti» dicono i candidati.

maria chiara gadda

E le sorprese?
Una è per esempio al posto numero 3 del listino, dove compare il nome di Sonia Serati. Consigliera comunale a Gallarate, viene dalle file di PiùEuropa e rappresenta bene i rapidi ravolgimenti di questo agosto tra crisi del governo Draghi e ribaltamenti di alleanze: PiùEuropa era alleata di Azione, ma dopo la rottura di Calenda con Letta il partito dei radicali ha deciso di confermare l’alleanza con il Pd.
Scelta appunto non condivisa da tutti, come nel caso di Serati che ha più volte rivendicato la sua autonomia dai due poli destra-sinistra e così da coordinatrice regionale di Più Europa è passata a candidata del polo Calenda-Renzi.

Sonia Serati Gallarate
sonia Serati in consiglio comunale a Gallarate

Il listino del proporzionale è completato da Alberto Coletto, già candidato sindaco di Azione a Varese e “volto” del partito nella città giardino.
Mentre non compare – né nel listino né nei posti “di bandiera” dell’uninominale – il nome di Angelo Senaldi, ex deputato, a lungo vicino a Calenda, tra i primi ad aderire ad Azione, ma che nelle ultime settimane si era detto critico sugli ultimi riposizionamenti.

I nomi dell’uninominale: Farioli e Bonoldi “bandiere” del polo centrista

Completano la squadra di Azione alla Camera i nomi dell’uninominale. In provincia di Varese è una sfida “tosta”, perché l’uninominale è sfida secca, come quella per il sindaco: chi prende un voto in più vince tutto e il centrodestra ha nel Varesotto una roccaforte.
Però i nomi schierati sono di peso e possono essere un segno di radicamento del partito: Azione e Italia Viva saranno rappresentate nel collegio di Varese dal medico Guido Bonoldi, al collegio Camera di Busto Arsizio Gianluigi Farioli, ex sindaco per dieci anni e sostenitore di lungo corso del “terzo polo”.

Le scelte per il Senato: Giusy Versace “torna” a Varese

Nel collegio plurinominale del Senato (che è enorme, comprende tutta la Lombardia Nord-Occidentale, da Monza a Sondrio) capolista sarà l’ex Forza Italia Giusy Versace, già eletta all’uninominale a Varese cinque anni fa. Seguono il milanese Ivan Scalfarotto, Monica Colombo e Angelo Leva.
Quanto all’uninominale, Azione e Italia Viva schierano anche qui il nome di Giusy Versace.

giusy versace

«Il terzo polo è la vera novità di questa campagna elettorale» dicono i candidati. «Non siamo interessati a contrapposizioni ideologiche, e tantomeno a proporre irrealizzabili libri dei sogni che durano il tempo della campagna elettorale o peggio rischiano di pesare come un macigno sulle spalle dei nostri giovani. L’inflazione, il caro prezzi, la crisi alimentare ed energetica, i problemi quotidiani che vivono i cittadini, le imprese, i sindaci, e il terzo settore, meritano serietà, concretezza e il coraggio di mettere in campo riforme e investimenti necessari per fare ripartire il Paese. Siamo molto soddisfatti della squadra composta a Varese, perché ogni candidato rappresenta con la sua azione politica e il proprio vissuto personale i temi di cui ci faremo portatori sul territorio e in parlamento».

Sabato la presentazione alla stampa.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 22 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore