La lunga coda alle medie e al liceo di Gallarate, la denuncia di un padre: “Aria irrespirabiile”

La situazione che si vive nelle vie adiacenti alla scuola media e al liceo di Crenna, a Gallarate, fotografata da un genitore

traffico liceo gallarate - settembre 2022

«Non è solo una questione di traffico, pericolosità e tempo perso ma anche di aria: è completamente irrespirabile».

Lo afferma un genitore di Gallarate che questa mattina, venerdì 16 settembre, nell’accompagnare i figli alle scuole medie Ponti, che sono vicini ai licei di viale dei Tigli, ha ripreso la situazione di traffico in via Belfiore, via Sottocosta e Confalonieri.

La situazione

Una situazione che permane e che non è un’eccezione, sottolinea: «La situazione permane per venti minuti-mezz’ora e si riverbera su Crenna, dove fino alla chiesa ci sono le macchine in coda, su via Locarno».

Inoltre, il senso unico su via Sottocosta non sembra aver migliorato la viabilità (Il Comune di recente ha inserito una modifica viabilistica temporanea decidendo di rendere via Sottocosta a senso unico), una decisione già contestata settimana scorsa dal consigliere del Partito Democratico Giovanni Pignataro: «Questo senso unico ha completamente bloccato la circolazione».

Cambia la viabilità intorno ai licei di Gallarate

Critico anche verso lo spazio ridotto all’osso per i pedoni che da Cajello, Cascinetta e Crenna bassa decidono di percorrere il tragitto casa-scuola a piedi, come ha fatto lui questa mattina con i propri figli: «Questo è quello che offre una città del 2022 dello sviluppato Nord ai suoi abitanti».

Già nel settembre 2021 era stata denunciata la situazione «paradossale» che si vive intorno ai licei e alle medie Ponti proprio dal consigliere Pignataro, documentando con un video centinaia di metri di coda ininterrotta tra il viale dei Tigli e piazza Risorgimento.

L’esempio di Cassano e Sciarè

C’è una soluzione al traffico intenso nell’orario di ingresso e uscita degli studenti dalle scuole? Cassano Magnago ha istituito le “zone scolastiche” nelle scuole primarie Fermi, Dante, Parini e Rodari, dopo una fase di sperimentazione l’anno scorso, con l’obiettivo di garantire sempre la sicurezza degli alunni nei momenti più a rischio: si tratta, nel concreto, di chiudere al traffico per un periodo di tempo limitato (25 minuti) alcune strade adiacenti i plessi scolastici, per permettere alle famiglie e agli studenti di raggiungere le scuole in sicurezza, sfruttando le aree di sosta limitrofe agli istituti per parcheggiare agevolmente e raggiungere la scuola a piedi.

Una realtà simile è presente nella stessa Gallarate, nel quartiere di Sciarè: nel 2018 un gruppo di genitori della scuola primaria si era mosso per evitare l’inquinamento, a suon di volantini e inviti a spegnere il motore (lo slogan era “Non rompeteci i polmoni”). Nel 2019 il Comune ha deciso un anno di sperimentazione di Zona a Traffico Limitato, nelle ore di entrata e uscita da scuola, vietando  il transito ai veicoli in via Somalia, nel tratto compreso tra via Baracca e via Eritrea”, negli orari di entrata e uscita (dalle 8 alle 8.30 e dalle 16 alle 16.30).

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 16 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore