Clarissa Pari: “Teatro e sport sono potenti strumenti educativi”

Anima e fondatrice di "Teatro in Drao" spiega: "Conduco grandi e piccini alla scoperta della propria autenticità espressiva"

clarissa pari

«Considero il teatro un importante strumento di crescita, conoscenza, testimonianza e relazione. Un modo di guardare la realtà da più punti di vista – spiega Clarissa Pari, anima e fondatrice del Teatro In Drao – Grazie all’affiliazione con Uisp, con Aps Drao ho potuto svolgere molte attività in sicurezza, a partire dal centro estivo Sportivarte, dove sia sport che teatro coloravano i pomeriggi dei bambini e ragazzi».

«Secondo me – dice Clarissa – sport e teatro sono potenti strumenti educativi a volte sottovalutati. Come lo sport, anche il teatro dovrebbe essere obbligatorio nelle scuole: insegna l’empatia, aiuta a smarcarsi dai modelli illusori che vengono diffusi con i social media, e porta ciascuno a conoscere la propria unicità e alla comprensione più profonda del sé e dell’ altro, evocando ed emozionando».

I bambini, seguendo le lezioni di Clarissa, portano in scena la loro fantasia, con risultati strabilianti. Come lo spettacolo “Appunti di vista” in cui ogni allievo a seconda della predisposizione individuale, raccontava la stessa storia usando ora il corpo, ora la voce, ora la scrittura, ora la pittura. Oppure che fugge dalle logiche commerciali, o “Tracce di tempo” in cui i piccoli esploratori si ritrovano nella preistoria e dovevano ingegnarsi a ricreare senza elettrodomestici e cellulare.

Quest’anno Clarissa Pari sta portando avanti alla materna “Tallachini” di Masnago un percorso di avvicinamento al teatro ispirato alla natura, che si chiama: “Il tempo del semino”. Un altro viaggio alla scoperta di sé è iniziato per le classi prime della scuola alla primaria “Bosco” ed è in partenza anche un progetto teatrale per i ragazzi delle medie della “Anna Frank”. Oltre ai laboratori espressivi nella sede dell’Aps Drao di via Canetta (a Varese), quest’ anno il teatro viene proposto anche nei corsi espressivi del centro studi Cffsi, con cui Clarissa collabora da anni come istruttrice di ginnastica artistica .

Il Teatro In Drao, che significa “in azione”, è nato 6 anni fa, con una forte vocazione sociale. Nel 2019 ha ideato “Giochi e storie di quartiere”, un progetto che ha coinvolto anziani e bambini nei giochi di una volta. Lo spettacolo , che si svolge all’interno di una grande balena itinerante, è diventato un “cult”. Aps Drao ha collaborato con altre associazioni al bando comunale “il respiro e la maschera”, al bando della Fondazione del varesotto e al bando regionale del Pic promosso da regione Lombardia volto a valorizzare lo spirito e la storia dei luoghi lungo la via Francisca del Lucomagno.
Clarissa Pari è impegnata anche nella promozione della lettura. Con il bando #InBiblioteca ha portato in scena l’Odissea itinerante ai giardini Estensi di Varese. Recentemente Teatro In Drao ha aderito al patto con la lettura, con un progetto dove i lettori potranno immedesimarsi nei personaggi dei libri attraverso il teatro.

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli di VareseNews

di
Pubblicato il 02 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore