Gli alberi piantati, il bimbo aggredito, il progetto di Azzate in Fiera e i vini varesini nel podcast del 21 novembre

Le principali notizie scelte per voi dalla redazione che potete ascoltare sulle piattaforme Spreaker e Spotify

alberi

Le notizie di lunedì 21 novembre:

Ancora ricoverato a Bergamo il bimbo di 23 mesi investito domenica a Gallarate

Non è in pericolo di vita, ma sempre grave, ricoverato al reparto di terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il bimbo investito da un’auto nella giornata di domenica a Gallarate. Il piccolo, di 23 mesi, era a spasso col papà in carrozzina quando una Panda guidata da un’anziana ha travolto il passeggino all’altezza della via Cantoni in zona centrale della città. Sul posto i soccorritori con automedica e ambulanza oltre che con l’elicottero sanitario da cui si è calato il medico rianimatore: il bambino è stato stabilizzato e ricoverato a bordo del velivolo al trauma center pediatrico dell’ospedale bergamasco. I rilievi sull’incidente sono stati eseguiti dalla polizia locale di Gallarate e coordinati dalla procura della repubblica di Busto Arsizio. L’automobilista è stata sottoposta ad alcool test come disposto dalla legge in questi casi.

Il progetto del nuovo campeggio di Azzate sarà presentato a Innovation Fair

Ci sarà anche il progetto del nuovo campeggio di Azzate a “Innovation Fair“, la prima fiera dell’innovazione di Cna Varese. Il glamping, termine che nasce dalla fusione di due parole inglesi, camping e glamour, ma anche tutto quello che nascerà a corredo di questo campeggio di alto livello, ma a basso impatto ambientale, sarà illustrato da Ivano Panzeri, il nuovo proprietario dell’area, giovedì 24 novembre al Centro Congressi di Ville Ponti. L’area dell’ex campeggio che sorge sulle rive del lago di Varese dovrebbe diventare, nelle intenzioni di Panzeri, un luogo di opportunità e di sviluppo per tutto il territorio. L’Innovation fair è aperto al pubblico: sono attesi in particolare imprenditori e investitori, ma anche studenti medi e universitari e tutti coloro che hanno interesse all’innovazione di impresa.

Varese celebra la Giornata dell’albero con 500 bambini e venti meli a Villa Mirabello

La Lombardia da oggi ha 2mila alberi in più, grazie ai tanti eventi di piantumazione sul territorio regionale nell’ambito della campagna annuale Festa dell’Albero, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi che si celebra proprio oggi, lunedì 21 Novembre. Solo legambiente ne ha piantumati 2000: nella provincia di Varese ne sono stati piantati 70 solo nell’area dell’Osservatorio Schiapparelli. Tra gli eventi organizzati tanti sono stati promossi in collaborazione con le scuole, per sensibilizzare gli studenti sull’importanza della cura del verde

A Varese, per esempio oltre 500 bambini in rappresentanza delle scuole primarie di tutta la città hanno partecipato nella mattinata di lunedì 21  alla manifestazione in Villa Mirabello: ad accoglierli nel parco a monte dei Giardini Estensi 20 piccoli alberi di mela offerti da Confagricoltura. A Luino in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi i Carabinieri Forestali della Stazione locale hanno promosso, in collaborazione con il Comune, la piantumazione di due piccoli alberi all’interno del Parco Margorabbia. Si tratta di due ontani neri, piantati da alcuni bambini delle scuole elementari di Luino e Voldomino. A Samarate invece la festa è cominciata ieri: nei boschi infatti l’associazione Amici della biblioteca, insieme alle scuole, ha messo a dimora tante piantine in occasione della festa degli alberi

I vini varesini piacciono, grande successo per la rassegna di Induno Olona

Grande successo per la settima Rassegna dei vini varesini che si è svolta ieri e questa mattina a Induno Olona su iniziativa della condotta Slow Food Varese e con la collaborazione del Comune e della Pro loco. Una rassegna che cresce di anno in anno, come ci racconta Claudio Moroni, del direttivo Slow Food della provincia di Varese

La clinica Humanitas Mater Domini compie sessant’anni

Compie in questi giorni sessant’anni la clinica Mater Domini di Castellanza, che apriva le sue porte al primo paziente nel novembre del 1962. Nato dall’intuizione di un gruppo di imprenditori castellanzesi e bustesi, l’ospedale ha ormai oltre mezzo secolo di storia al servizio dei pazienti con lo sguardo rivolto al futuro.

Da clinica a conduzione familiare, oggi Humanitas Mater Domini è una realtà consolidata nel panorama della sanità lombarda, che dal 2007 fa parte del gruppo Humanitas: il Pronto Soccorso accoglie circa 26mila persone l’anno, sono oltre 91mila i pazienti che negli ultimi 12 mesi hanno effettuato visite ed esami .

 

Potete ascoltare il podcast sulle piattaforme SpreakerSpotify

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore