La pallamano Cassano Magnago fa e disfa: 23-26 contro Alperia Merano

Dopo un buon primo tempo chiuso in vantaggio (10-9), nel secondo tempo gli amaranto hanno perso il controllo del match e Merano non si è fatta scappare l'occasione di chiudere la partita con una vittoria punitiva contro il lombardi, che hanno subito il terzo stop consecutivo in una settimana

pallamano cassano magnago vs Raimondo Sassari novembre 2022

Una buona prestazione e tenuta degli amaranto quella messa in campo oggi pomeriggio, sabato 19 novembre, che però non è bastata  a contrastare Alperia Merano sul campo del palazzetto Tacca di Cassano Magnago.

I lombardi l’hanno spuntata alla fine del primo tempo dopo un gioco prettamente in equilibrio tra i due roster (10-9). Ancora sul filo del rasoio il secondo tempo fino al 40’, quando gli amaranto erano sotto di un solo punto (17-18) e la partita era ancora aperta; ma i diavoli neri hanno messo il turbo aumentando anche il distacco (+4 il massimo del match) e sono scappati dal controllo lombardo.

I “diavoli neri” di Jurgen Prantner sono passati sul 26-23, ribaltando lo svantaggio di fine tempo (10-9) e toccando il vantaggio sul 16-14 con Parisato al 38’. La partita è stata accesa, equilibrata, sempre in bilico. Cassano Magnago è rimasto sul -1 fino al 48’, poi, nel finale, incassa il cambio di passo dei meranesi che culmina nel 23-19 di Cuello. Il +4 instrada Merano. Partita chiusa e vittoria fondamentale per gli altoatesini, che hanno difeso con le unghie e i denti il secondo posto, mentre i ragazzi di coach Matteo Bellotti rimangono impallinati ai 9 punti in classifica e collezionano la terza sconfitta di fila in una settimana durissima, che li ha visti prima impegnati contro Brixen e Sassari, che le hanno sconfitte dopo delle vere e proprie battaglie combattute con anima e corpo, che purtroppo non sono bastati.

PRIMO TEMPO

Gli amaranto hanno iniziato bene il primo tempo  sia mantenendo l’equilibrio con Merano sia riuscendo ad agguantare il vantaggio in diversi momenti, schierando un attacco fluido anziché cristallizzato al centro mentre in difesa 5-1 Ivan Salvati ormai fisso come centroavanti in modo da infastidire fin da subito ì diavoli neri.

Al 6” è arrivato il primo vantaggio cassanese, con  il 4-2 realizzato dall’ala Gabriele Saitta su un passaggio sporco di Jack Savini rivolto inizialmente al pivot Mattia Dorio. Da qui l’immediato recupero altoatesino con la doppia azione di Anton Laursen (5-5).

Di nuovo parità al 25’ di Gabriele Saitta (8-8) sul primo palo, che ha aperto la possibilità di un vantaggio cassanese sfruttata alla grande dal bomber Federico Mazza e di nuovo dall’ala Saitta  (10-8) da rimessa laterale del Cassano, dopo aver rubato palla all’attacco meranese.

Il primo tempo è finito 10-9 per il Cassano Magnago.

SDECONDO TEMPO

Ancora un testa a testa sul filo del rasoio all’inizio del secondo tempo, con i cassanesi che si sono portati sul +2 grazie all’affidabile Saitta (12-10 al 31′), ma il gap è stato immediatamente recuperato dai diavoli neri: due rigori provvidenziali firmati dal terzino Nicola Fadanelli nella porta presidiata da Nicolò Riva hanno riportato i roster in parità (12-12) al 33′. Cassano nel secondo tempo ha “alzato” la difesa, con un impensabile Savini come centravanti che, oltre a spiazzare i diavoli neri quando erano in inferiorità numerica, è riuscito a concentrarli e a ripensare le tattiche d’azione.

Dal 36′ gli altoatesini, ottenuto il primo vantaggio del match, ne hanno approfittato per assumere il controllo del gioco, fiaccando la difesa lombarda e trovando i punti giusti per andare al goal assicurato: al 36.51′ il pivot Tommaso Romei ha realizzato il 14-15 su assist dei centrali, seguito dall’ala Davide Parisato e dalla girella di Juan Pablo Cuello che ha permesso a Merano di portarsi sul +2 (16-18) al 41′.

Cassano ha poi sfruttato al meglio i due minuti di superiorità numerica data l’espulsione di due minuti inferta a Oliver Martini, a partire dal 42′: il cecchino Federico Mazza ha inzuccato due goal, di cui un rigore al 45′, ha permesso ai lombardi di avvicinarsi a Merano di solo un punto (18-19) e di sperare di ribaltare le sorti che sembravano a favore degli ospiti. Speranze aumentate ancora di più dopo il goal di Savini al 46.48′ che ha beffato la difesa meratese (19-19) e riaprendo del tutto la partita.

Ma, ottenuta la parità, Cassano è sembrato rilassarsi in difesa ed è stato punito dagli ospiti che, più volte, hanno aperto varchi sulla difesa dei sei metri (fondamentali i passaggi al pivot Romei che ha agito liberamente e in condizioni privilegiatissime) assicurandosi diversi punti e genando il solco di +4 sui lombardi: dopo l’azione di Romei al 48′, Cassano ha vissuto cinque minuti di magra” che sono risultati fatali per le sorti della gara in cui Merano ha fatto il bello e il cattivo tempo. Indimenticabile la doppietta di Cuello dall’ala al 50.36′ ha portato il 19-22 cui è seguito il rigore al 52.36′ nella porta di Riva.

Da qui Cassano è stato costretto a inseguire i diavoli neri, ormai certi del risultato avendo dalla loro il distacco di +4 e il vantaggio del tempo, che si stava esaurendo sempre più. Gli amaranto hanno provato a ricucire il gap con i goal firmati da Stefano Bassanese al primo palo (al 56.10′) e di Mazza, reso possibile dal contropiede in seguito a una palla rubata all’attacco altoatesino: 22-25 a due minuti e mezzo dalla fine. Purtroppo Merano ha allungato ancora e si è conquistato la vittoria.

Il match si è concluso 23-26 per Alperia Merano.

I MIGLIORI MARCATORI

Federico Mazza si è confermato top scorer del match con 7 reti andate a segno (di cui 2 rigori): con questa prestazione Mazza continua a scalare silenziosamente la classifica dei migliori marcatori del campionato, e blindando il terzo posto con 74 reti, dopo il bolzanino Marko Pandzic (92 goal) e . Tomas Valentin Canete di Fondi, attualmente in testa con 113 reti. Il cecchino è immediatamente seguito da Gabriele Saitta con 6 reti, confermando l’estrema affidabilità delle ali amaranto quando il centro dell’attacco è troppo affollato e continuamente ostacolato dai difensori. Miglior tiratore di Alperia Merano è risultato il terzino Nicola Fadanelli con 7 goal, insieme anche al pivot Tommaso Romei con 5 goal (di cui 3 rigori).

TABELLINO CASSANO MAGNAGO-ALPERIA MERANO

CASSANO MAGNAGO: Luca Monciardini, Nicolò Riva, Mattia Dorio 1, Federico Mazza 8, Giacomo Savini 4, Ivan Salvati 1, Simone La Bruna, Gabriele Saitta 6, Filippo Branca 1, Stefano Bassanese 2

ALPERIA MERANO: Angelo Colleluori, Nicola Fadanelli 7, Tommaso Romei 5, Davide Parisato 1, Anton Hog Laursen 3, Santiago Nunez 3 e Juan Pablo Cuello 7

1 tempo: 10-9

2 tempo: 23-26

Arbitri: Riello S. e Panetta N.

Ammonizioni: per Cassano Ivan Salvati al 16.14′, Mattia Dorio al 24.05′ e Giacomo Savini all’8.05′ – per Merano Andreas Stricker al 19.13′ e Oliver Martini al 9.10′

2 minuti: per Cassano Giacomo Savini al 38.55′ – per Merano Tommaso Romei al 12.05′, Oliver Martini al 41.46′ e Anton Hoc Laursen allo 00.39′

 

L’UNDICESIMA DI CAMPIONATO

Gli altoatesini di Brixen hanno vinto 25-24 contro Fasano, difendendo strenuamente il primo posto in classifica. Terzo risultato utile consecutivo per Bolzano, abile nel cogliere ancora una volta punti pesanti contro una diretta concorrente per i play-off scudetto, vincendo contro Raimond Sassari (23-22). Conversano ha ritrova il sorriso e i due punti imponendosi contro i giovani del Campus Italia (37-25), Pressano 28-23  ha vinto contro Fondi; mentre Carpi ha conquistato la prima vittoria del campionato contro Romagna (28-25).

Il match tra Teamnetwork Albatro e Secchia Rubiera non è giunto a conclusione a seguito dell’abbandono del campo, registrato al 46’, da parte della formazione emiliana.

La classifica aggiornata all’undicesima di campionato: Brixen 19, Alperia Merano 18, Raimond Sassari 15, Conversano 15, Pressano 14, Fasano 13, Bolzano 13, CASSANO MAGNAGO 9, Fondi 9, Teamnetwork Albatro 7, Secchia Rubiera 6, Campus Italia 4, Romagna 2, Carpi 2

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 19 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore