Dal Pd il via libera al sostegno della candidatura di Marco Magrini a presidente della Provincia di Varese

La segreteria presieduta da Giovanni Corbo ha definito l’ultimo tassello di un percorso di confronto tra i consiglieri e amministratori di partito ma anche con il più esteso gruppo di amministratori civici d’area

marco magrini

Dalla segreteria provinciale del Partito democratico è arrivato il via libera definitivo al sostegno della candidatura di Marco Magrini (nella foto) alla presidenza della Provincia di Varese alle prossime elezioni del 29 gennaio 2023.

La direzione provinciale presieduta dal segretario Giovanni Corbo ha definito l’ultimo tassello di un percorso di confronto tra i consiglieri e amministratori di partito ma anche con il più esteso gruppo di amministratori civici d’area.

«Sosteniamo la candidatura di Magrini perché riteniamo che possa rappresentare gli amministratori della nostra provincia al di là degli steccati della sola appartenenza politica – conferma il segretario Corbo -. Abbiamo avuto un lungo percorso di confronto con tanti amministratori civici e fatto tutti i passaggi di condivisione al nostro interno».

La candidatura di Marco Magrini è in campo ufficialmente dalla metà di dicembre, quando un gruppo di consiglieri e amministratori di area civica, con in prima fila il sindaco di Caravate Nicola Tardugno e il sindaco di Mornago Davide Tamborini, avevamo sottoscritto esplicitamente e pubblicamente il proprio appoggio.

«Da parte nostra abbiamo condiviso una posizione che si basa su contenuti programmatici precisi – aggiunge Corbo -. Ci siamo arrivati attraverso un percorso di confronto che ha individuato in Magrini la candidatura in grado di rappresentare tutti».

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 30 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore