Il gospel di Natale a Gallarate aiuta le mamme del Sud Sudan

È il più giovane e fragile Paese dell'Africa: domenica pomeriggio nella chiesa di San Paolo a Sciarè il concerto del coro JLBS a sostegno delle attività del Cuamm Medici con l'Africa

Cuamm Varese

Una domenica di gospel e musiche di Natale a Sciarè, a Gallarate, con il Jesus Love and Blue Sky gospel choir: un bel momento che sostiene le attività di Cuamm Medici con l’Africa in Sud Sudan, per mamme e bambini che nascono all’ospedale di Yirol.

«Quello di Yirol è il primo ospedale con cui il Cuamm è entrato in Sud Sudan nel 2006: era un ospedale fatto di poche capanne, ora grazie alle attività del Cuamm ha una grande attività e sono aumentati anche i parti» spiega Luisa Chiappa, medico e referente di Medici con l’Africa Cuamm Varese, che sostiene le attività dell’organizzazione nata negli anni Cinquanta a Padova.

«Siamo presenti in otto Paesi dell’Africa con progetti di lungo periodo: si va in Africa per condividere stabilmente un cammino. Per questo siamo Medici con l’Africa e non per l’Africa Da qui la scelta di affiancarsi alle strutture esistenti, quasi sempre ospedali governativi, a volte di realtà missionarie: Cuamm non ha ospedali propri, non ha proprietà».

Il Sud Sudan è il più giovane degli Stati africani (nato undici anni fa) ed è uno dei più fragili, per carenze statali, per la viabilità ridottissima, per la diffusa povertà. «Ad esempio in Sud Sudan c’è la presenza di una ostetrica ogni 20mila parti» continua la dottoressa Chiappa. È un numero elevatissimo, rispetto agli standard internazionali.

L’investimento del Cuamm sull’ospedale di Yirol parte proprio dall’attenzione al punto nascita e alla maternità, dentro a un più generale bisogno della struttura. «A distanza di quindici anni ha bisogno di rinnovo e ristrutturazione». L’ospedale serve un’area abitata da 360mila persone, in un Paese dove sette abitanti su dieci abitano dispersi nelle aree rurali.

Cuamm Varese

Le attività di finanziamento e sensibilizzazione portate avanti da Medici con l’Africa Varese sono moltissime nell’arco dell’anno, servono a garantire continuità agli interventi ma anche più in generale a tenere alta l’attenzione sull’Africa e le enormi esigenze sanitarie che deve fronteggiare.

Per sostenerlo si può fare un passaggio domenica a Sciarè: «Abbiamo accolto con gioia la proposta che ci è stata fatta» dice Marco Montemartini, presidente del coro JLBS, che tiene spettacoli a sostegno di progetti di solidarietà di ogni genere. «Lo facciamo per un bel progetto, che ha in qualche modo anche un legame simbolico con il Natale: aiutare una struttura che fa nascere bambini. E per noi è nel segno della continuità: in oltre vent’anni di attività abbiamo sostenuto tanti progetti missionarie e di adozioni a distanza».

Jesus Love and Blue Sky choir coro jlbs

Appuntamento dunque domenica 4 dicembre ore 17.30, nella chiesa San Paolo Apostolo di Sciarè in via Cattaneo a Gallarate.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 02 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore