Uyba, un punto a Cremona e un po’ di amaro in bocca

La E-Work perde al quinto set con Casalmaggiore dopo essere stata avanti 1-2. Busto "condannata" dalla fatica in ricezione. Ora testa alla Cev Cup

rosamaria montibeller

La E-Work Busto Arsizio va vicina alla quarta vittoria consecutiva in campionato nel posticipo serale della Serie A1 di pallavolo femminile, ma torna da Cremona con un solo punto in tasca. Non da buttare, ma è chiaro che le Farfalle avevano accarezzato la speranza di un bottino più corposo contro la TrasportiPesanti Casalmaggiore che, alla fine, l’ha spuntata al tie-break (3-2).

Un peccato perché la Uyba si era portata avanti 2-1 nel conto dei set, ma le biancorosse hanno commesso troppi errori soprattutto in recezione, agevolando così la rimonta delle padrone di casa che hanno avuto 27 punti da Dimitrova e 20 da Frantti. Per la squadra di Musso non sono bastati i 25 di Rosamaria e le buone prove delle bande Omoruyi (18) e Degradi (15). Da segnalare anche i 9 di Lloyd, bottino notevole per una palleggiatrice.

Busto ha avuto buone cose anche al servizio (6 aces e solo 5 errori) e a muro dove le due formazioni si sono equivalse ma nel contempo ha concesso ben nove battute vincenti a Casalmaggiore a conferma di una fase difensiva non esattamente impeccabile. «Peccato, perché ci siamo sempre state e abbiamo sempre lottato – spiega Degradi dopo la partita – Questa sera non ha proprio funzionato la ricezione e da lì abbiamo fatto fatica a costruire le soluzioni. Per il resto abbiamo giocato bene, crescendo in tutti i fondamentali. Lavoriamo sulla ricezione e pensiamo alla CEV».

Le Farfalle saranno infatti impegnate mercoledì 14 dicembre in casa contro le temibili tedesche del Dresdner nel match d’esordio della coppa europea (16mi di finale) a partire dalle 20,30. Un successo a Cremona avrebbe dato maggiore fiducia a Olivotto e compagne che, però, sanno di poter dire la propria anche in campo internazionale e devono ricordare i progressi dell’ultimo mese.

A Cremona Busto è stata brava a reagire al set di apertura finito nelle mani della TrasportiPesanti nonostante una Rosamaria subito bollente (25-21). La E-Work ha giocato molto bene nel secondo set, dominato da Lloyd (19-25) e l’ha spuntata nel terzo, più equilibrato (23-25) e deciso da un muro della palleggiatrice americana dopo ottimo turno al servizio di Olivotto.
Poi però la riscossa cremonese si è fatta sentire: l’ingresso di Piva e la costanza di Dimitrova hanno messo in difficoltà la ricezione bustocca e il break di metà set è durato sino al termine (25-20). Musso ha ridato spazio a Rosamaria nel tie-break (brasiliana tolta nel finale del quarto) e l’opposto ha fatto il possibile, ma dall’altra parte della rete Dimitrova non ha lasciato scampo alle biancorosse, al primo KO con la nuova maglia ufficiale dopo tre successi (15-11).

Trasportipesanti Casalmaggiore – E-work Busto Arsizio 3-2
(25-21, 19-25, 23-25, 25-20, 15-11)

Casalmaggiore: Carlini 8, Scola ne, Perinelli 2, Piva 4, Frantti 20, Bortolotti ne, Lohuis 15, Melandri 11, Malual 3, De Bortoli (L), Braga ne, Dimitrova 27, Mangani 1, Sartori ne. All. Pistola.
Busto Arsizio: Battista 1, Degradi 15, Lloyd 9, Monza, Montibeller 25, Lualdi ne, Stigrot 3, Colombo, Olivotto 9, Zannoni (L), Omoruyi 18, Zakchaiou 5. All. Musso, 2° Gaviraghi. Battute errate 5, vincenti 6, muri 11.
Arbitri: Canessa – Simbari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore