Al Puccini di Gallarate apre il master per lavorare nell’industria musicale

Il master è promosso da un progetto ideato da Itsright, società di collecting indipendente, in collaborazione con il Conservatorio di Gallarate e quello di Pavia

musica

Formare i musicisti a 360 gradi, fare evolvere le competenze artistiche in competenze di business.
È questo l’obiettivo del “Master Industria Musicale” attivato (anche) a Gallarate: si tratta infatti un progetto ideato da Itsright, società di collecting indipendente, insieme ai Conservatori “Giacomo Puccini” di Gallarate e “Franco Vittadini” di Pavia, rivolto ai rispettivi studenti (qui il sito specifico).

L’offerta formativa comprende seminari e uno stage retribuito, e si contraddistingue per l’approccio innovativo, l’elevata professionalità dei relatori e l’orientamento non solo alla formazione, ma anche alla ricerca artistica e alla “Terza Missione”, ossia l’interazione virtuosa tra le realtà accademiche AFAM e il mondo extra-accademico, in vista della crescita economica, sociale e culturale del territorio.

La proposta didattica avrà il via sabato 14 gennaio 2023, mira ad arricchire la formazione accademica tradizionale di natura artistica con approfondimenti sugli aspetti legati al mondo ‘economico’ che ruotano intorno all’attività del musicista. Particolare risalto sarà dato al tema dei diritti d’autore e dei diritti connessi, all’importanza della gestione dei dati relativi alle registrazioni discografiche e alle utilizzazioni dei repertori musicali.
Il percorso offrirà, così, agli studenti competenze business oriented che potranno favorire sbocchi professionali nell’industria musicale, a partire dall’esperienza di stage offerta da ITSRIGHT come parte integrante del progetto formativo.

«Quello che abbiamo ideato insieme ai Conservatori di Gallarate e Pavia è un progetto unico e innovativo nel suo genere che auspichiamo possa essere esteso anche ad altri Conservatori» dice Gianluigi Chiodaroli, Presidente di Itsright. «Resta forte il nostro impegno sul fronte della formazione consapevoli della necessità di offrire ai musicisti competenze trasversali e strumenti idonei per interfacciarsi in maniera sempre più consapevole con le dinamiche operative che muovono l’industria musicale».

Il percorso è parte delle iniziative promosse da Itsright Società Benefit, attività che hanno lo scopo di creare valore dando un sostegno concreto al mondo della cultura e della musica, attraverso progetti e iniziative che coinvolgeranno gli ambiti della formazione, della ricerca e del recupero del disagio sociale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore