Amministratori e volti nuovi: i candidati di Gallarate alle regionali

Otto quelli già ufficializzati nelle liste dei tre maggiori schieramenti, a cui si aggiunge poi qualche nome dai Comuni limitrofi

Gallarate vista dall'alto, dal campanile della Basilica (inserita in galleria)

Manca un mese alle elezioni e parte la campagna elettorale per le elezioni regionali 2023 in Lombardia. Sono una decina i candidati della zona di Gallarate e immediati dintorni, area ad alta densità in provincia.

Ogni lista è formata da otto nomi (quattro uomini e quattro donne) e ogni partito o civica – attraverso quei nomi – cerca di “coprire” tutti gli ambiti della provincia, che approssimativamente si possono definire con le maggiori città, vale a dire Busto Arsizio, Varese, Gallarate e Saronno, a cui si aggiunge poi la più piccola Luino con le valli intorno.

E va ricordato che in queste elezioni – a differenza delle politiche di settembre – i cittadini possono davvero scegliere i nomi, scrivendoli sulla scheda elettorale.

La campagna elettorale è breve e pressoché tutti hanno avviato la loro campagna personale, puntando di volta in volta su esperienze amministrative, storie di militanza, legame con la comunità locale, storie imprenditoriali.
Chi sono i nomi pronti al via? Vediamoli lista per lista

Il centrodestra per Fontana: candidati a Gallarate

Partiamo dall’area di centrodestra oggi al governo, che ricandida per un secondo mandato Attilio Fontana a presidente della Regione.
A sostegno di Fontana c’è la lista della Lega, che su Gallarate schiera Claudia Mazzetti, assessore in carica alla cultura e all’istruzione., salviniana di ferro.

Due i nomi da Gallarate invece per Fratelli d’Italia, la cui lista è quasi definita: alfiere locale (che ha avviato la propria campagna già a dicembre) è Giuseppe De Bernardi Martignoni, presidente del consiglio comunale e militante di lungo corso, taxista di professione, legato a La Russa. Stessa corrente anche per Francesca Caruso, avvocato, assessore alla Polizia Locale e Sicurezza, che il partito di Meloni aveva già candidato alle politiche: Caruso è originaria del capoluogo ma gallaratese d’adozione, può “pescare voti” anche un po’ su un bacino locale doppio.

Sempre nel centrodestra, due nomi da Gallarate anche nella lista di Forza Italia: la consigliera comunale Belinda Simeoni, che continua l’opera del padre Aldo nelle file azzurre, è affiancata da un “volto nuovo”, Paolo Brufatto, architetto già affacciatosi sulla scena amministrativa locale sei anni fa con una civica. Appena fuori da Gallarate, dalla vicina Besnate, arriva poi Nadia Dal Secco., consigliera comunale e guida del partito nel paese.

Completa lo schieramento di centrodestra Noi Moderati – Rinascimento Sgarbi, che unisce componente centrista (molto legata a CL) e il movimento del critico d’arte: a Gallarate schiera il nome di Giorgio Luini, architetto.

 Il centrosinistra per Pierfrancesco Majorino: i nomi di Gallarate

Meno rappresentato sul Gallaratese è, nel complesso, il fronte del centrosinistra a sostegno di Pierfrancesco Majorino.

Nelle file del Partito Democratico non ci sono nomi del Gallaratese, l’area del Basso Varesotto è rappresentata soprattutto da due candidature su Busto e Saronno.

Nella lista civica di Majorino invece un nome legato al Gallaratese è quello di Walter Girardi, attivista di Possibile, molto attivo sui temi ambientali legati (anche) a Malpensa.

Anche nelle file del Movimento 5 Stelle non ci sono candidati di Gallarate, ma anche qui c’è una candidatura – quella di Massimo Uboldi – molto legata ai temi ambientali e delle infrastrutture intorno a Malpensa.

Nella lista Alleanza Verdi Sinistra compare invece il nome di Stefania Passiu, da Cassano Magnago, avvocato che alle elezioni comunali 2021 ha ottenuto un buon riscontro personale, visto che aveva incassato un 9% dei voti con un gruppo costruito in pochi mesi.

Le liste a sostegno di Letizia Moratti: i nomi a Gallarate

Anche su Gallarate si è organizzato lo schieramento a sostegno di Letizia Moratti, la candidata che viene dalle file del centrodestra ma che ora è sostenuta da un fronte centrista e dal “terzo polo” che cerca di parlare sia agli elettori di centrosinistra sia a quello di centrodestra.

Proprio su Gallarate cӏ un gruppo cresciuto intorno a Luca Ferrazzi, ex consigliere regionale, oggi candidato appunto con la lista civica di Moratti.

L’altra lista a sostegno di Moratti è quella di Azione-Italia Viva: tra gli otto nomi schierati sull’area di Gallarate c’è Giacomo “Jack” Cattaneo, imprenditore che si era già avvicinato al terzo polo dopo precedenti esperienze in una lista civica.

Le liste definitive sabato

Naturalmente questi sono i nomi già emersi, anche se c’è ancora qualche margine di manovra, perché la scadenza per la presentazione delle liste scade sabato 14 gennaio. E non è detto venga fuori qualche altro nome.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 12 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore