La Pro Patria alla prima del 2023 contro la Feralpisalò capolista

Domenica 8 gennaio, ore 14:30, i tigrotti di Busto Arsizio ospitano i Leoni del Garda, imbattuti dallo scorso ottobre. Vargas: "Feralpisalò miglior difesa del campionato, ma la pausa ci ha permesso di arrivare carichi a quest'incontro"

Pro Patria - Sangiuliano Citu (17 dicembre 2022)

Torna ad alzarsi il sipario della Serie C per la prima partita del 2023. Dopo il pareggio esterno in casa dell’Arzignano nel giorno dell’antivigilia, nel pomeriggio di domani, domenica 8 gennaio, ore 14:30, la Pro Patria riapre le porte di casa dello Speroni di Busto Arsizio ospitando la capolista Feralpisalò, squadra in scia di risultati da 9 gare consecutive grazie a un’imbattibilità che dura da fine ottobre.

Nell’ormai concluso girone di andata i Leoni del Garda, che alla seconda giornata inciamparono tra le mura amiche proprio contro i tigrotti biancoblù, hanno infatti dato seguito al percorso di crescita intrapreso già la scorsa stagione sotto la guida dell’ex allenatore dell’Inter Primavera – con un breve passato anche sulla panchina della prima squadra – Stefano Vecchi, tecnico capace a maggio 2022 di registrare il record di punti della storia dei verdeazzurri nella categoria. Tra gli ingredienti segreti del successo della Feralpi, a +6 in classifica dalla Pro Patria settimana e in piena lotta playoff, sicuramente il ricco centrocampo schierato a rombo che alterna muscoli e qualità (Balestrero, Corradi, Zennaro, Hergheligiu e Siligardi sulla trequarti) e l’impenetrabile difesa a 4, che lontano dal Lino Turina e dal lago Benaco ha incassato appena tre reti, confermando anche il teorema che vede spesso nella miglior difesa anche la migliore della classe.

Dello stesso parere sembra essere anche il tecnico della Pro Patria Jorge Vargas alla vigilia della partita, che così analizza gli avversari a meno di 24 ore dal fischio di inizio dello Speroni:

«Affrontiamo una squadra fortissima e molto completa: fino alla fine proveranno a salire (in Serie B, ndr.) – commenta il tecnico dei bustocchi in sala stampa -. La FeralpiSalò sta facendo molto bene e ha trovato la sua dimensione per la qualità dei giocatori che ha. Sarà difficile ma noi siamo pronti: abbiamo recuperato tutti gli indisponibili (esclusi i lungodegenti, ndr.) e quindi siamo tranquilli di poter fare una buona gara contro la prima in classifica, una squadra che fuoricasa ha subito solamente due reti (in realtà 3, ndr) e che oggi è la difesa migliore del campionato».

«Rispetto alla gara di andata – continua Vargas, spiegando il non sorprendente primato dei lombardi – credo che i nostri avversari abbiano iniziato ad approcciare  alle gare con maggiore pressione offensiva, fascia campo dove hanno cambiato diversi uomini, come a centrocampo dove adesso hanno più dinamica per poter contrastare quella zona di campo. Inoltre avevano la possibilità di prendere giocatori sul mercato e hanno fatto bene a farlo, avendone la possibilità, ma è molto più importante pensare al nostro modo di giocare. Come giocheremo? Come sempre, col 352 (dice scherzando, ndr.). La nostra formazione non è mai condizionata dai nostri avversari, schieriamo i giocatori che stanno meglio, non “d’accordo come giocano loro”».

Entrambe le squadre ricominciano dunque il nuovo anno così come lo avevano terminato, alla ricerca di quella continuità di risultati che poi si ripercuote anche sulla classifica, con la Pro Patria, che seguendo il modello della Feralpi, è in scia di risultati utili consecutivi da sei gare, ovvero dal risveglio della doppia caduta di novembre contro Novara e Juventus NG. Caduta dovuta, in parte, anche alla rosa davvero ridotta in quei giorni ai minimi termini e alla tanta stanchezza accumulata dopo l’ottimo avvio nei mesi più caldi del girone di andata.

La pausa delle feste, dunque, sembra essere caduta nel momento ideale per ricaricare le pile. E il timore di aver interrotto un ritmo positivo non sembra spaventare Vargas, che chiama allo stadio il pubblico di Busto Arsizio per sostenere i suoi ragazzi: «La pausa ha fatto bene, in tanto avevano “tirato il carro” nella prima parte della stagione e ci voleva un po’ di riposo in modo tale da arrivare freschi e carichi. In questa settimana tutti si sono allenati molto bene e sono contento dell’apporto che hanno dimostrato anche durante le vacanze, svolgendo il lavoro richiesto dal preparatore atletico. Tante partite fondamentali saranno disputate in casa in questo girone di ritorno? Dispiace che allo stadio venga poca gente, ci vorrebbe più entusiasmo e amore per quello che ha dimostrato la squadra. Un giocatore che gioca con il pubblico è un altro giocatore, che trova motivazioni extra. I ragazzi hanno bisogno del sostegno del loro pubblico».

LA CLASSIFICA

Feralpisalò 38; Vicenza 37, Pordenone 36, Lecco e Pro Sesto 35; Renate 33, PRO PATRIA 32; Novara 28, Pro Vercelli 27 e Padova 27 -; Arzignano 26, Juventus NG 26, AlbinoLeffe e Novara 24; Virtus Verona 23; – Sangiuliano City 23; Perglettese 22; Trento 17, Piacenza16; Triestina 15.

ARBITRI

Sarà Ermes Fabrizio Cavaliere della Sezione di Paola ad arbitrare Pro Patria – Feralpisalò, a completare la terna gli assistenti Marco Belsanti della Sezione di Bari e Francesco Valente della Sezione di Roma 2. Quarto Ufficiale Luca De Angeli della Sezione di Milano

LA DIRETTA DI DOMANI

Calcio, Serie C: Pro Patria – FeralpiSalò in diretta

di marco.cippio.tresca@gmail.com
Pubblicato il 07 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore