Torna la “Cena con delitto” in carcere a Busto Arsizio con “Il cerchio delle bande nere”

Aperte le prenotazioni per la serata all'interno della Casa Circondariale che torna dopo due anni di stop. Gli attori saranno i detenuti del carcere mentre ai fornelli ci saranno gli studenti dell'Enaip

Cena con delitto

Il prossimo 20 gennaio  ritorna la tradizionale Cena con Delitto nel Carcere di Busto Arsizio promossa dall’Amministrazione Penitenziaria con la compagnia L’Oblò ETS. Finalmente ritornano le tradizionali cene con delitto nella Casa Circondariale di Busto, quelle “fatte dagli esperti… di delitti”.

Dopo due anni di pausa obbligata nel periodo della pandemia, il carcere riapre le porte alla cittadinanza con un evento che negli anni era ormai divenuto una tradizione: alle ore 20.00 andrà in scena lo spettacolo “Il Cerchio delle Bande Nere”, che accompagnerà la cena, curata da ENAIP e realizzata da cuochi e camerieri detenuti.

Tra una portata e l’altra il pubblico assisterà a uno spettacolo con delitto realizzato dagli attori reclusi della compagnia L’Oblò – Liberi dentro. In questo game a squadre, i convitati potranno calarsi nei panni di scaltri detective, avranno indizi da confrontare e potranno interrogare i sospettati, per tentare di scoprire il colpevole del delitto e aggiudicarsi il premio della serata.

«Siamo felici che la Direzione della Casa Circondariale ci abbia chiesto di riprendere le nostre attività teatrali con i detenuti e di riproporre le cene con delitto aperte alla cittadinanza. E’ emozionante poter tornare ad accogliere il pubblico in carcere dopo questi due anni di chiusura totale a causa del Covid. Queste cene sono occasione importanti per creare spazi di incontro, dialogo e condivisione fra il Carcere e la comunità, e possono promuovere dialogo, conoscenza e cultura» – così descrivono l’evento Elisa Carnelli e Sara Terlizzi, attrici e drammaterapeute di Oblò.

Questo è il primo di altri momenti culturali che l’associazione sta progettando con l’Area Educativa della Casa Circondariale, con cui è ripresa una forte collaborazione e progettazione in questa stagione in cui si vuole tornare a riproporre l’Istituto Penitenziario anche come luogo di creazione di cultura sul territorio.

Seguiranno in primavera uno spettacolo teatrale, uno spettacolo per i figli dei detenuti, e a marzo un convegno dedicato al teatro in carcere in occasione della Giornata Nazionale del Teatro di cui vi abbiamo parlato qui.
Gli attori detenuti e la compagnia l’Oblò vi aspetta per il primo degli appuntamenti in programma: venite a scoprire chi è il colpevole del delitto dal titolo “Il Cerchio Bande Nere”, il 20 gennaio alle ore 20.00 nel carcere di Busto. Un momento in cui l’arte e la cucina uniranno persone libere e ristrette, per un momento conviviale di integrazione e incontro.

Il ricavato delle serate sosterrà le attività di risocializzazione dei ristretti all’interno del carcere e le attività di prevenzione sui temi della legalità dell’Associazione L’Oblò ETS.

Per informazioni o prenotazioni: obloteatro@gmail.com, 3403336318

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore