Varese News

“BuBu settete”: paure da ridere

Domenica 10 febbraio alle ore 16.30 per la rassegna Scintille al Teatro Sociale andrà in scena lo spettacolo che libera dalle paure, a cura della compagnia Teatro Pirata. Per bambini dai 3 anni

Generico 2018

Tante paure, tutte da ridere e condividere domenica 10 febbraio alle ore 16.30 al Sociale di Busto dove andrà in scena “BuBu settete – Fammi ridere che io non ho paura”, spettacolo della compagnia Teatro Pirata con attori e pupazzi.

Quanti sono disposti a confessare le proprie paure? Pochi, quasi nessuno.
Eppure c’è chi ha paura del lupo cattivo o paura del buio, chi ha paura della maestra, dell’uomo nero o della strega malefica o di volare. E poi c’è chi ha paura dei ragni, di star solo o di essere abbandonato. Tutti abbiamo paura di qualcosa: non bisogna aver paura di ammetterlo.

A volte basta una risata per vincere la paura! E’ proprio questo il percorso che faranno due strani individui: il professor Aristide Menelao Fanfulla da Lodi, studioso di “paura” e il suo aiutante Miro Vladimiro, timoroso quanto basta a scatenare processi di identificazione nei bambini.
I due professori hanno la pretesa di liberare chiunque da qualsiasi paura, e lo faranno tramite la narrazione di storie originali e racconti che si perdono all’alba dei tempi fino all’epilogo finale, dove il buon Vladimiro supererà definitivamente le sue e le vostre paure.

Lo spettacolo è inserito nel calendario della rassegna Scintille, a cura di Progetto Zattera, è adatto ai bambini dai 3 anni in su, e andrà in scena alle 16.30 di domenica 10 febbraio al Teatro Sociale “Delia Cajelli” al civico 20 di via Dante Alighieri a Busto Arsizio.
Il biglietto costa 7 euro (prenotazione gratuita su Eventbrite).
Per maggiori informazioni 349 3281029 oppure prenotazionesociale@libero.it, o www.progettozattera.com.

di
Pubblicato il 28 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore